dcsimg

Brief Summary

    Abortiporus biennis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Abortiporus biennis (Bull.) Singer, Mycologia 36(1): 68 (1944), è un fungo basidiomicete.

    Absidia: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Absidia Tiegh., 1878 è un genere di funghi della famiglia Cunninghamellaceae. La specie più nota è Absidia corymbifera, che causa zigomicosi, in particolare sotto forma di aborto spontaneo nelle mucche. Negli esseri umani può causare anche mucormicosi. Può causare micosi in individui con bassa immunità. Di solito infetta polmoni, naso, cervello, vista e pelle. Sono onnipresenti nella maggior parte degli ambienti, in particolare li si possono ritrovare nel compost.

    Acremonium: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Acremonium è un genere di funghi della famiglia delle Hypocreaceae. Era precedentemente nota come "Cephalosporium"'.

    Agaricaceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Agaricaceae Chevall., Flore Générale des Environs de Paris 1: 121 (1826).

    La famiglia delle Agaricaceae include funghi basidiomiceti conosciuti in passato come Tulostomataceae e Lepiotaceae.

    Vi appartengono funghi carnosi, facilmente decomponibili, eterogenei (con gambo e cappello distinti e facilmente separabili), con anello sempre presente, lamelle sempre libere, non decorrenti, con basidi intercalati o no da cistidi, spore di colore vario, provviste o meno del poro germinativo.

    Agaricales: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    All'ordine delle Agaricales Clem. appartiene la maggior parte dei funghi meglio conosciuti come "lamellati". L'ordine raccoglie circa 4000 specie, un quarto di tutti i basidiomiceti conosciuti.

    Agaricomycetes: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Agaricomycetes Doweld, 2001 è una classe che contiene circa 16.000 specie di funghi (53% dei basidiomiceti conosciuti) tra le quali gran parte di quelle un tempo incluse nei vecchi taxa Gasteromycetes e Homobasidiomycetes.

    Il taxon è pressoché identico a quello definito per gli Homobasidiomycetes da Hibbett & Thorn con l'inclusione di Auriculariales e Sebacinales.

    Tutti i membri di questa classe producono basidiocarpi che vanno da piccole coppe di pochi millimetri fino a giganteschi polipori di più di un metro di diametro e più di 130 kg. Il gruppo include anche i più vecchi organismi comparsi sulla Terra: è stato stimato che un micelio di Armillaria gallica si estenda su 150 m2 (37 acri) con una massa di 10 kg ed un'età di 1 500 anni.

    Quasi tutte le specie sono terrestri e poche acquatiche, presenti in una vasta gamma di ambienti dove svolgono in gran parte la funzione di demolitori, specialmente del legno. Alcune specie, comunque, sono patogene o parassite ed altre simbionti instaurano rapporti ectomicorrizici con alberi nei boschi.

    Agaricomycetidae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Agaricomycetidae Parmasto, 1986 è una sottoclasse a cui appartengono funghi di consistenza né fibrosa, né legnosa, in genere provvisti di cappello e gambo, imenoforo con lamelle o tubuli facilmente staccabili dal cappello.

    Agaricus albertii: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    L'Agaricus albertii (Bon.) è un fungo molto pregiato e di buon sapore, come tutti i "prataioli" commestibili.

    Agaricus arvensis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Agaricus arvensis Schaeff., 1774 è un fungo abbastanza apprezzato, come tutti i "prataioli" commestibili.

    Agaricus augustus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    L'Agaricus augustus Fr., 1838 (prataiolo maiestoso) è un fungo basidiomicete della famiglia delle Agaricaceae. È tra le specie di funghi appartenenti al genere Agaricus quello che raggiunge le maggiori dimensioni. Secondo alcuni testi può raggiungere il diametro di 35 cm e superare in altezza i funghi del genere Macrolepiota.

    Agaricus bisporus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    L'Agaricus bisporus (J.E. Lange) Imbach, 1946, meglio conosciuto con il nome francese di champignon, è un fungo basidiomicete della famiglia delle Agaricaceae molto apprezzato e largamente commercializzato in tutto il mondo.

    Agaricus bitorquis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Agaricus bitorquis (Quél.) Sacc., Sylloge fungorum (Abellini) 5: 998 (1887). È un fungo basidiomicete riconoscibile tra le altre specie della Sezione "Bitorques" per la presenza di due anelli evidenti, l'odore gradevole ed il gambo corto rispetto al diametro del cappello.
    È un prataiolo inconfondibile anche per la facilità con cui riesce a "demolire" letteralmente l'asfalto stradale su cui occasionalmente cresce il carpoforo. Logicamente bisogna evitare nel modo più assoluto il consumo di esemplari che crescono ai bordi delle strade o su substrati innaturali, in quanto questi accumulano sostanze inquinanti.

     src= Il fungo dell'asfalto
    Agaricus campestris: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Il prataiolo (Agaricus campestris L., 1753) è un fungo della famiglia delle Agaricaceae variamente apprezzato; in alcuni Paesi è ritenuto il migliore fungo, mentre è rifiutato altrove. I Romani lo ritenevano ottimo, come ne fanno fede i versi di Orazio "Pratensibus optima fungis/Natura est; aliis male creditur" (in italiano: il prataiolo è il miglior fungo in natura; degli altri non bisogna fidarsi).

    Agaricus langei: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Agaricus langei (F.H. Møller & Jul. Schäff.) Maire, Friesia 4: 203 (1952).

    Agaricus moelleri: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Agaricus moelleri Wasser, 1976 è un fungo appartenente alla famiglia Agaricaceae.

    Agaricus xanthodermus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Agaricus xanthodermus Génev., Bull. Soc. bot. Fr. 23: 28 (1876) è un fungo "prataiolo" tossico; può essere facilmente identificato per via del suo odore sgradevole e perché la carne alla base del gambo è di colore giallo paglierino.

    Agaricus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Agaricus L., 1753 è un genere di funghi basidiomiceti appartenente alla famiglia Agaricaceae che comprende specie di taglia varia.
    Classico rappresentante di questo genere è il famoso "champignon", fungo coltivato per eccellenza (Agaricus bisporus).

    Agrocybe praecox: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Agrocybe praecox (Pers.) Fayod, Annls Sci. Nat., Bot., sér. 7 9: 358 (1889).

    Agrocybe praecox.jpg

    Un bel fungo che fa la sua comparsa in primavera, poco conosciuto e non molto apprezzato per via del suo sapore non molto buono.

    Agrocybe: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Agrocybe Fayod, Annls Sci. Nat., Bot., sér. 7 9: 358 (1889)

    Agrocybe è un genere di funghi basidiomiceti appartenente alla famiglia Bolbitiaceae.

    Albatrellaceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Albatrellaceae Nuss, 1980 è una famiglia di funghi appartenente all'ordine Russulales.

    Albatrellus confluens: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Albatrellus confluens (Alb. & Schwein.) Kotl. & Pouzar, Česká Mykol. 11(3): 154 (1957)

    L'Albatrellus confluens, insieme all'Albatrellus ovinus, viene comunemente chiamato "fungo del pane" per via dell'aspetto del cappello che ricorda la crosta del pane.

    Albatrellus cristatus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Albatrellus cristatus (Alb. & Schwein.) Kotl. & Pouzar, Ceská Mykol. 11(3): 154 (1957).

    Albatrellus ovinus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Albatrellus ovinus (Schaeff.) Kotl. & Pouzar, Česká Mykol. 11(3): 154 (1957).

    L'Albatrellus ovinus è meglio conosciuto come "Fungo del pane", nome popolare giustificato dall'aspetto screpolato del cappello che ricorda quello della crosta del pane.

    Albatrellus pes-caprae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Albatrellus pes-caprae (Pers.:Fr.) Pouzar, Folia geobot. phytotax. 1: 357 (1966).

    L'Albatrellus pes-caprae è una delle Albatrellaceae commestibili, caratteristica per la sua forma a ventaglio, a piede di capra.

    Albatrellus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Albatrellus Gray, A Natural Arrangement of British Plants (London) 1: 645 (1821)

    Albatrellus è un genere di funghi Basidiomiceti appartenente alla famiglia Albatrellaceae.

    Vi appartengono funghi con le seguenti caratteristiche.

    Aleuria: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Aleuria Fuckel, Jahrbuch des Nassauischen Vereins für Naturkunde, Wiesbaden 23-24: 325 (1870).

    Aleuria è un genere di funghi ascomiceti con carpoforo a forma di coppa, dai colori smorti bruno-ocra-violacei sia all'interno che all'esterno.

    Alternaria alternata: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Alternaria alternata è un fungo ascomicete parassita delle piante. È presente su più di 380 specie. Attacca soprattutto le foglie (su cui provoca macchie e disseccamenti), ma anche altri organi delle piante. Sugli esseri umani può provocare manifestazioni allergiche (tra cui asma) in persone sensibili o debilitate.

    Alternaria: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Alternaria Nees, Syst. Pilze, Suppl. (Würzburg): 72 (1816).

    Alternaria è un genere di funghi che comprende specie che causano un tipo di muffa, particolarmente diffusa in Italia, che cresce su frutta e verdura in decomposizione e in ambienti particolarmente umidi (caratterizzati da una temperatura che varia tra i 18° e i 32° ed un tasso di umidità superiore al 65%) rilasciando le sue spore soprattutto su carta da parati, tappeti e terriccio. È una delle principali cause di reazioni allergiche quali asma, congiuntivite, rinite e dermatiti. L'insorgenza degli attacchi avviene principalmente tra metà luglio e settembre, periodo nel quale si ha la massima concentrazione di spore nell'aria, ma in generale il rischio sussiste a temperature superiori ai 18 °C.

    Amanita altipes: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Amanita altipes Zhu L. Yang, M. Weiss & Oberw, 2004 è un fungo basidiomicete della famiglia delle Amanitaceae.

    Amanita beckeri: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Amanita beckeri Huijsman, 1962è un fungo basidiomicete della famiglia Amanitaceae.

    Amanita boudieri: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Amanita boudieri Barla, 1887 è un fungo basidiomicete della famiglia delle Amanitacee.

    Amanita caesarea: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Amanita caesarea (Scop.) Pers., Synopsis Methodica Fungorum (Göttingen) 2: 252 (1801).

    L'Amanita caesarea, volgarmente conosciuta come ovolo buono, è uno dei più apprezzati e ricercati funghi commestibili, da molti consumato anche crudo con insalata. Al contrario di molte specie fungine che necessitano di umidità elevata, questa specie predilige un clima secco.
    La sua prelibatezza indusse gli antichi Romani a definirlo "Cibo degli Dei" ed a tutelare i boschi in cui si riproduceva.

    Amanita ceciliae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Amanita ceciliae (Berk. & Broome) Bas 1984 è un basidiomicete del gruppo della famiglia delle Amanitaceae. Come tutte le specie della sezione Vaginatae presenta un'evidente striatura sul margine del cappello ed è priva di anello.

    Amanita citrina: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    La tignosa paglierina (Amanita citrina Pers., 1797) è un fungo appartenente alla famiglia Amanitaceae, molto comune ma di scarsa qualità dal punto di vista gastronomico per via dell'odore rafanoide e del sapore poco gradevole. A volte si è anche rivelato facilmente confondibile con amanite mortali (es. Amanita phalloides). Per quanto innanzi esposto, il consumo di questa specie viene vivamente sconsigliato.

    Amanita contui: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Amanita contui Bon & Courtec., 1989 è un basidiomicete della famiglia delle Amanitaceae.

    Amanita crocea: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Amanita crocea (Quél.) Singer, 1951 è un basidiomicete della famiglia delle Amanitaceae di qualità molto pregiata, anche se non molto conosciuta.

    Non sono tuttavia infrequenti gli avvelenamenti provocati da questa specie, a causa della somiglianza con l'Amanita caesarea: quest'ultima infatti spesso viene consumata cruda mentre l'A. crocea è commestibile solo previa cottura.

    Amanita dunensis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Amanita dunensis R.Heim ex Bon & Andary, Docums Mycol. 13(no. 50): 13 (1983), è un fungo basidiomicete appartenente alla famiglia Amanitaceae.

    Amanita echinocephala: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    L'Amanita echinocephala è una specie di Amanita non molto ricercata, ma abbastanza facile da distinguere fra specie velenose con verruche per il cappello biancastro e il gambo assottigliato.

    Amanita franchetii: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Amanita franchetii (Boud.) Fayod, Annls Sci. Nat., Bot., sér. 7 9: 316 (1889).

    Conosciuta un tempo con il binomio di Amanita aspera per via del sapore amarognolo piuttosto sgradevole, l'Amanita franchetii è un bel fungo che non va raccolto perché sospetto.

    Amanita fulva: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    La bubbolina rigata (Amanita fulva Fr., 1815) è una specie di fungo basidiomicete appartenente alla famiglia delle Amanitaceae. È stata considerata all'inizio varietà dell'Amanita vaginata, poi dell'Amanita crocea e infine è stata elevata a rango di specie.

    Amanita gemmata: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Amanita gemmata (Fr.) Bertill., 1886 è un basidiomicete della famiglia delle Amanitaceae. È stato a lungo considerato un fungo commestibile, anche se già dagli anni 1960 è stata riscontrata una lieve tossicità non costante, che ha dato luogo a casi di lieve avvelenamento specie con una cottura leggera. È stato pertanto definito come una "specie non tollerata da certe persone". Per tale motivo il consumo di questa specie è sconsigliato, anche in quanto confondibile con la pericolosa Amanita pantherina.

    Amanita gioiosa: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Amanita gioiosa (S. Curreli, 1991) è un fungo basidiomicete della famiglia delle Amanitacee, endemico della Sardegna..

    Amanita muscaria var. regalis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Amanita muscaria var. regalis (Fr.) Sacc., Sylloge fungorum omnium husque cognitorum (Abellini) 5: 13 (1887).

    Amanita muscaria var. regalis è un fungo basidiomicete, varietà dell'Amanita muscaria.

    Amanita muscaria: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    L'ovolo malefico (Amanita muscaria Linnè, 1783) è uno dei funghi velenosi più appariscenti del bosco.

    Amanita ovoidea: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Amanita ovoidea (Bull.) Link (1833)

    L'Amanita ovoidea, volgarmente conosciuta come "Farinaccio" per l'aspetto farinoso delle sue parti, o anche Ovolo bianco, è un bel fungo assai vistoso per la sua taglia (il cappello può raggiungere i 30 cm di diametro) e di facile riconoscibilità.

    In tempi piuttosto recenti si sono verificati alcuni casi di intossicazione che inizialmente erano stati imputati al consumo di detta specie: secondo diversi micologi, invece, il responsabile di tali eventi sembrerebbe essere l'Amanita proxima, specie morfologicamente simile.
    Non esistendo conferme a tale versione, si consiglia prudenza.

    Amanita pantherina: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    L'Amanita pantherina (DC.:Fr.) Krombholz è un fungo velenoso molto comune e pertanto abbastanza popolare che appartiene alla famiglia delle Amanitaceae.

    Nonostante molti testi la considerino semplicemente una specie "tossica", essa può provocare addirittura la morte se ingerita in quantitativi non trascurabili.

    Amanita phalloides: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    L'Amanita phalloides (Vaill. ex Fr.) Link, 1833 nota anche come Amanita falloide o Tignosa verdognola è un fungo basidiomicete della famiglia delle Amanitaceae mortale assai diffuso ed è quasi certamente il più pericoloso esistente in natura a causa della sua tossicità estremamente elevata e del suo elevato polimorfismo che lo rende somigliante a molte specie, congeneri e no (da qui i nomi popolari di angelo della morte e di ovolo bastardo). L'avvelenamento da A. phalloides ha quasi sempre esito letale e, nel caso che l'avvelenato sopravviva, lo costringe in genere all'emodialisi a vita o al trapianto di fegato.

    Questo fungo produce una sostanza chiamata α-amantina che impedisce la formazione del RNA-messaggero da parte della polimerasi-II in umani e, in concentrazione maggiore, blocca anche la funzione della polimerasi-III. Al contrario, né la pol-I in umani, né la pol-III della stessa Amanita phalloides sono soggette o vulnerabili all'azione della α-amantina.

    Amanita porphyria: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Amanita porphyria Alb. & Schwein., Consp. Fung.: 142 (1805).

    L'Amanita porphyria si distingue per la base del gambo bulbosa marginata, il suo cappello marrone, i frammenti grigiastri di velo universale e l'anello.
    Poiché trattasi di un fungo di pessime qualità organolettiche e per evitare tragiche confusioni con specie congeneri velenose o mortali, questa specie deve essere considerata non edule.

    Amanita proxima: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Amanita proxima Dumée, 1916 è un fungo basidiomicete della famiglia delle Amanitaceae.

    Amanita rubescens: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    La tignosa vinata (Amanita rubescens Pers., 1797) è un basidiomicete della famiglia delle Amanitaceae nota anche come tignosa rosseggiante, è un fungo velenoso da crudo, ma commestibile dopo una prolungata cottura. È un fungo abbastanza pericoloso per i meno esperti in quanto una cottura non adeguata può causare una vera e propria crisi emolitica.

    Amanita strobiliformis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Amanita strobiliformis (Pauletex Vittad.) Bertill., Essai Crypt. écorc. 3: 499 (1866).

    Amanita vaginata: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Amanita vaginata (Bull.) Lam., Encyclopédie Méthodique Botanique (Paris) 1: 109 (1783).

    L'Amanita vaginata detta anche alba è la specie più rappresentativa del gruppo delle Vaginate, facilmente riconoscibile per il cappello di colore argenteo, per la caratteristica striatura sul bordo di quest'ultimo e per l'assenza di anello.

    Amanita verna: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    La tignosa di primavera (Amanita verna (Bull.) Lam., 1783) è un fungo mortale primaverile appartenente alla famiglia delle Amanitaceae che causa ogni anno un numero non indifferente di avvelenamenti in quanto sistematicamente confuso con il comune "prataiolo".
    Infatti i raccoglitori più inesperti spesso hanno la cattiva abitudine di raccogliere i funghi recidendo il gambo: così facendo non si accorgono della volva, che in questa specie è completamente "interrata" e quindi non visibile, nonostante sia piuttosto grossa e vistosa (vedi foto); vedendola gli stessi si renderebbero conto che non si tratta di un innocuo e prelibato fungo del genere Agaricus, da cui è distinguibile anche per le lamelle di colore bianco e non rosa o bruno violacee.
    Per molto tempo è stata considerata una semplice variante decolorata di Amanita phalloides mentre vi sono invece vari caratteri che la distinguono dall'A. phalloides var. alba.

    Amanita virosa: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    L'Amanita virosa (comunemente chiamato - in lingua inglese - "Destroying angel" ovvero "angelo distruttore") è un fungo mortale poco diffuso, di colore bianco candido.
    È una specie piuttosto interessante in quanto di pericolosità pari alla congenere Amanita phalloides, con cui condivide le letali micotossine.
    A differenza di A. phalloides, i primi sintomi di avvelenamento ad opera di questa specie insorgono spesso dopo parecchie ore dal consumo, anche 24. Il danno è di natura epatica, estremamente violento.

    Amanita vittadinii: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Amanita vittadinii (Moretti) Vittad. 1826 è un fungo basidiomicete della famiglia delle Amanitaceae con aspetto simile ad alcune specie dei generi Macrolepiota ed Armillaria.
    A differenza di queste, che hanno un colore più tendente all'ocra, l'Amanita vittadinii è caratterizzata dalla colorazione bianca di tutto il corpo fruttifero (carpoforo) e dalla presenza di squamosità in tutte le sue parti.

    Amanita: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Amanita Pers., 1797 è un genere di funghi basidiomiceti della famiglia Amanitaceae. A questo genere appartengono sia le specie di funghi velenosi più mortali che esistano (Amanita phalloides, Amanita verna e Amanita virosa) che Amanita caesarea, il fungo considerato unanimemente come migliore commestibile tra quelli europei.

    Amanitaceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Le amanitaceae (Amanitaceae Pers., 1797) costituiscono una famiglia di funghi basidiomiceti appartenente all'ordine Agaricales.

    Amanitopsis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Amanitopsis Roze, 1876 è un genere della famiglia delle amanitaceae. È molto simile al genere Amanita ma è privo dell'anello, ha la volva inguainante, manca delle evidenti screziature del gambo ed ha delle sottili striature radiali al bordo del cappello.

    Amorphotheca resinae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Amorphotheca resinae Parbery, Aust. J. Bot. 17: 340 (1969) è un fungo ascomicete conosciuto come fungo del cherosene o del creosoto per la sua capacità di crescere su una varietà di substrati inospitali, tra cui cherosene, legno trattato con conservanti, metalli pesanti, resina di conifere, bitume ed asfalto.

    Aphelariaceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Aphelariaceae Corner, Beih. Nova Hedwigia 33: 5 (1970)

    Aphelariaceae è una famiglia di funghi basidiomiceti appartenenti all'ordine Cantharellales.

    Apiognomonia veneta: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    La gnomonia veneta (Apiognomonia veneta (Sacc. & Speg.) Höhn., 1920) è un fungo appartenente agli Ascomiceti. Costituisce l'agente dell'Antracnosi del platano.

    La gravità degli effetti di questa malattia varia in funzione dello stato di salute delle piante. Le infezioni colpiscono inizialmente le parti più giovani e vulnerabili della pianta (ad esempio gemme, germogli, foglioline e rametti) determinando la comparsa di tacche rossastre, che sui rami evolvono in zone brunastre che si fessurano in senso longitudinale e sulle foglie in macchie scure che poi disseccano. I giovani germogli seccano.

    Gli attacchi sui germogli si verificano in concomitanza di periodi piovosi o molto umidi e con temperature comprese fra 9 e 16 °C. Le infezioni sulle foglie possono manifestarsi per tutto il periodo primaverile e oltre, fino a quando le temperature medie si mantengono sui 18-20 °C. Le infezioni a livello dei rametti o delle gemme si bloccano con le temperature più rigide invernali, per riattivarsi in primavera.

    L'azione di contrasto può aversi con irrorazioni dalla chioma con appositi anticrittogamici. Vengono consigliate energiche potature al fine di alleviare la gravità degli attacchi. Un altro metodo di contrasto l'endoterapia, un trattamento contro le infestazioni delle piante che consiste nell'introdurre, iniettandolo, un apposito preparato direttamente nel tronco delle stesse una determinata sostanza chimica che, attraverso il suo sistema vascolare, si distribuirà poi in tutta la chioma.

    Armillaria gallica: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Armillaria gallica Marxm. & Romagn., 1987, conosciuta anche come Armillaria bulbosa, è una specie di "chiodino" simile ad Armillaria mellea, da cui si distingue essenzialmente per la caratteristica forma "clavata" del gambo, che è anche più scuro nella sua parte inferiore.
    È un fungo poco comune ma dalla resa eccellente da giovane, quando il gambo non è troppo coriaceo. In età matura si consumano solamente i cappelli.
    Come tutte le altre specie congeneri, dev'essere consumato dopo prebollitura in quanto contiene tossine termolabili e non bisogna congelarlo perché una frazione di queste tossine potrebbe fissarsi alla struttura fungina e diventare termostabile.

    Armillaria mellea: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Il chiodino (Armillaria mellea (Vahl) P. Kumm., 1871) è un fungo basidiomicete della famiglia Physalacriaceae.

    Questo micete meriterebbe, secondo autori del passato, il nome di "asparago dei funghi" per il fatto che la parte buona di esso è l'estremità superiore del gambo unitamente al cappello, mentre il resto dei gambi (specialmente negli individui adulti) è coriaceo ed assai indigesto.

    Armillaria ostoyae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Armillaria ostoyae Romagn. (Herink) 1973 è un fungo basidiomicete della famiglia delle Physalacriaceae molto comune. I suoi miceli attaccano le radici degli alberi vicini e sono in grado di coprire grandi distanze. Secondo una ricerca americana un unico micelio continuo è arrivato ad estendersi per centinaia di ettari, tanto da potersi considerare l'essere vivente più grande al mondo.

    Il colore marrone e le forme caratteristiche che compaiono sul cappello e altre peculiarità lo distinguono da tutte le altre Armillaria.

    Armillaria tabescens: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    L'Armillaria tabescens (Scop. Emel 1921) è un fungo autunnale molto popolare in alcune zone d'Italia e pressoché sconosciuto in altre; è noto ai più come chiodino o famigliola, appellativi che divide equamente con Armillaria mellea, da cui però differisce per molte caratteristiche, in primis per via delle dimensioni dei chiodi che sono notevolmente più ridotte in A. tabescens.

    Come per A. mellea questo fungo andrebbe consumato in quantità modiche in quanto piuttosto pesante da digerire e comunque va ben cotto dato che è tossico da crudo; poco cotto può dare luogo a problemi gastro-intestinali, se pur di lieve entità.

    A volte viene erroneamente appellato "chiodino" anche Agrocybe aegerita che in realtà è noto per l'appellativo di "pioppino".

    Armillaria: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Genere Armillaria (Fr.) Staude, Die Schwämme Mitteldeutschlands xxviii, 130 (1857).

    Il genere Armillaria fu creato nel secolo scorso e includeva specie di funghi lamellati leucosporei provvisti di "armilla", anello molto vistoso e persistente, svasato e libero verso l'altro (residuo del velo parziale). Tali specie erano tuttavia disomogenee e pertanto furono tutte collocate in altri generi più rispondenti alle loro caratteristiche, con l'eccezione dell'Armillaria mellea, per la quale fu creato il nuovo genere Armillariella. Alcuni autori, tuttavia, preferiscono lasciare l'A. mellea nel genere Armillaria insieme all'Armillaria tabescens, che differisce dalla prima solo per l'assenza dell'anello.

    Arthoniomycetes: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Gli Arthoniomycetes sono una classe di funghi della sottodivisione Pezizomycotina (Ascomycota), che include il solo ordini Arthoniales.

    La maggior parte dei taxa di questa classe sono licheni tropicali e subtropicali.

    Ascochyta: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Ascochyta Lib., 1830 è un genere di funghi ascomiceti, che comprende parecchie specie parassite di piante. La tassonomia di questo genere è ancora incompleta.

    Ascomycota: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Ascomycota (Whittaker, 1959) è una divisione che comprende i funghi che producono spore in un caratteristico tipo di sporangio chiamato asco (dal greco = "sacco", "otre"). Questo gruppo monofiletico è estremamente significativo di organismi (12.000 specie al 1950) ed include circa il 75% di tutte le specie di funghi censiti. Vi appartiene gran parte dei funghi che si associano ad alghe o a cianobatteri per formare i licheni e parte dei funghi che mancano di evidenze morfologiche relative alla riproduzione sessuale (precedentemente inclusi nei Deuteromycota, ora raggruppati nei funghi mitosporici). Le specie più conosciute di Ascomycota sono le morchelle, i tartufi, i lieviti e i Penicillium. Appartiene a questo gruppo, oltre che ai Deuteromycota, anche la maggior parte dei funghi patogeni delle piante. Sordaria fimicola, Neurospora crassa e molte altre specie di lieviti sono impiegate in laboratorio, in esperimenti di genetica e di biologia cellulare.

    Un Ascomycota produce un gran numero di aschi che possono essere contenuti in una struttura chiamata ascocarpo (o ascoma). Ciascun asco di solito contiene 8 (o un multiplo di 8) ascospore, risultato di una mitosi successiva ad una meiosi.

    Aspergillus nidulans: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Aspergillus nidulans è una muffa appartenente al genere Aspergillus.

    Aspergillus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Aspergillus P. Micheli ex Haller, 1768 è un genere di funghi della famiglia Trichocomaceae che comprende circa 200 muffe. Aspergillus fu per la prima volta catalogato nel 1729 dal sacerdote e biologo italiano Pier Antonio Micheli. La vista dei funghi al microscopio fece venire a Micheli in mente la forma di un aspersorio (latino aspergillum) (spruzzatore di acqua lustrale) e denominò il genere di conseguenza.

    Astraeus hygrometricus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Astraeus hygrometricus (Pers.) Morgan, 1889, è un fungo appartenente alla famiglia Diplocystidiaceae. Gli esemplari giovani hanno una forma sferica, quando il carpoforo è ancora chiuso. Una volta raggiunta la maturità, gli strati superficiali del carpoforo si dividono e si aprono, assumendo la caratteristica forma a stella. È una specie micorrizica, che cresce in associazione con numerose piante soprattutto su terreni sabbiosi. Ha un'ampia distribuzione, ed è comune nelle regioni temperate e tropicali. Il nome specifico deriva dalle parole greche higros (υγρός), che significa "umidità", e metreo (μετρέω), che significa "misurare", per la sua capacità di aprirsi a stella, con tempo umido, mentre con tempo asciutto i petali dell'esoperidio si ripiegano di nuovo sulla sfera centrale. I raggi hanno una superficie irregolare con numerose crepe, mentre il corpo centrale è più chiaro, con una fessura irregolare sulla cima. La carne è inizialmente bianca, ma tende a scurirsi verso il marroncino quando le spore maturano. Le spore sono rossicce o marroncine, di forma più o meno sferica e dalla superficie irregolare. Il loro diametro varia da 7,5 a 11 micrometri.

    Nonostante l'aspetto generale, A. hygrometricus non è imparentato con i funghi del genere Geastrum, anche se in passato sono stati confusi. La specie fu descritta per la prima volta da Christian Hendrik Persoon nel 1801 come Geastrum hygrometricus. Nel 1885 Andrew Price Morgan propose, date le differenze nelle caratteristiche microscopiche, di creare il nuovo genere Astraeus distinto dal genere Geastrum; questa proposta non fu in seguito universalmente accettata. Alcune popolazioni asiatiche, che si pensava fossero A. hygrometricus, furono rinominate negli anni 2000, dopo che le analisi filogenetiche rivelarono la loro appartenenza a specie diverse, tra cui Astraeus asiaticus e Astraeus odoratus. Le ricerche hanno individuato la presenza di numerosi composti chimici bioattivi nel carpoforo. Le guide solitamente indicano A. hygrometricus come non commestibile, anche se in passato furono utilizzati dalle popolazioni indiane e dalla tribù dei Piedi Neri in Nord America.

    Atheliaceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Atheliaceae Jülich, 1982 è una famiglia di funghi basidiomiceti appartenente all'ordine Atheliales.

    Auricularia auricula-judae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano
     src= Auricularia auricula-judae (Fr.) Quél., Forh. Vidensk.-Selsk. Kristiania: 207 (1886)

    L'Auricularia auricula-judae (noto comunemente come orecchio di Giuda) è un fungo della famiglia delle Auricularaceae.
    È la specie più nota del genere Auricularia. Viene coltivato su tronchi d'albero ed è oggetto di commercio soprattutto in Cina.

    Auriscalpiaceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Auriscalpiaceae Maas Geest., 1963 è una famiglia di funghi dell'ordine Russulales. Come altre famiglie di Russulales, è stata definita attraverso studi molecolari filogenetici, e pertanto include specie morfologicamente diverse tra loro, come ad esempio "funghi ad aculei" come quelli del genere Auriscalpium ed altri "lamellati" come quelli del genere Lentinellus.

    Auriscalpium vulgare: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Auriscalpium vulgare Gray, A Natural Arrangement of British Plants (London) 1: 650 (1821).

    Auriscalpium: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Auriscalpium Gray, A Natural Arrangement of British Plants (London) 1: 650 (1821).

    Auriscalpium è un genere di funghi basidiomiceti appartenente alla famiglia Auriscalpiaceae.

    Questo genere, dopo la sua creazione, è rimasto per molto tempo monospecifico, con il solo Auriscalpium vulgare, unica specie presente in Europa.

    Baeomycetaceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Baeomycetaceae Dumort., Anal. fam. pl.: 71 (1829) è una famiglia di funghi ascomiceti appartenente all'ordine Baeomycetales.

    Baeomycetales: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Baeomycetales Lumbsch, H.T., Huhndorf, S. & Lutzoni, F. 2007. In D.S. Hibbett et al., Mycological Research 111.:529, è un ordine di funghi appartenente alla classe Lecanoromycetes. Esso consiste nella singola famiglia Baeomycetaceae.

    Balsamia: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Balsamia Vittad., 1831 è un genere di funghi ascomiceti della famiglia Helvellaceae. Vi appartengono funghi ipogei, globosi, con peridio finemente verrucoso, gleba molle, biancastra, con piccole cavità, non commestibili.

    Banksiamyces: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Banksiamyces G.W.Beaton, 1982 è un genere di funghi dell'ordine Helotiales, presumibilmente da collocarsi nella famiglia Helotiaceae.

    Il genere include quattro specie, che crescono sui follicoli dei semi dei "coni" (spighe floreali) morti di varie specie di Banksia, un genere di piante della famiglia Proteaceae endemica dell'Australia.

    I corpi fruttiferi del fungo appaiono come piccole coppe (solitamente hanno diametro inferiore a 10 mm), poco profonde e scure, presenti sui follicoli del frutto di Banksia. I margini dei corpi del frutto secco si ripiegano all'interno, assumendo la forma di strette fessure. I primi campioni di Banksiamyces, noti all'epoca come Tympanis toomansis, furono descritti nel 1887. La raccolta occasionale di altri campioni proseguì per quasi 100 anni, prima che essi fossero esaminati in maniera più critica, al principio degli anni '80, giungendo così alla costituzione di un nuovo genere per contenere le tre specie distinte fino ad allora individuate: B. katerinae, B. macrocarpus, e B. toomansis. Una quarta specie, B. maccannii, fu aggiunta nel 1984.

    Basidiomycota: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    I Basidiomiceti (Basidiomycota R.T. Moore, 1980) è uno dei più grandi phyla, insieme ad Ascomycota, che compongono il regno dei Funghi. Esso comprende tutti quei gruppi di funghi che hanno micelio settato, riproduzione sessuata e asessuata con produzione di basidi e spore non mobili.

    Battarrea phalloides: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Battarrea phalloides (Dicks.) Pers., Syn. meth. fung. (Göttingen) 1: xiv, 129 (1801) è un fungo basidiomicete appartenente alla famiglia Agaricaceae.

    Battarrea: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Battarrea Pers., 1801 è un genere di funghi appartenente alla famiglia Agaricaceae.

    Baudoinia compniacensis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Baudoinia compniacensis (Richon) J.A. Scott & Unter. è un fungo che si nutre di alcool. Esso è tipico dei locali in cui vi è alcool diffuso nell'aria come i locali adibiti all'invecchiamento di vini ed alcolici in genere.

    Si evidenzia sotto forma di patina nera su pareti e soffitti. Il nome deriva dalla cittadina francese di Cognac dove annerisce anche pareti esterne e coperture di edifici civili a causa della forte dispersione di alcol nell'aria dovuta ai grandi stoccaggi del distillato omonimo.

    Beauveria bassiana: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano
     src= Cavallette uccise da B. bassiana

    Beauveria bassiana (Bals.-Criv.) Vuill., Bulletin de la Société Botanique de France 59: 40 (1913) [1912].

    Beauveria bassiana è un fungo endofita, cosmopolita, con proprietà entomopatogene utilizzato nella lotta biologica, in grado di causare danni a diversi tipi di insetti agendo come parassita.

    Beauveria bassiana è la forma anamorfica (cioè la forma di riproduzione asessuale) della specie Cordyceps bassiana. Questa forma a riproduzione sessuale (detta telomorfo) è stata scoperta nel 2001.

    Il fungo provoca una malattia conosciuta come calcino o malattia del baco da seta. Quando le spore del fungo entrano in contatto con il corpo di un insetto suscettibile, entrano nel corpo germinano e vi si sviluppano, uccidendo l'insetto ed utilizzandolo come fonte di nutrimento. Dopo la morte dell'insetto il micelio (dall'aspetto di una schiuma bianca) si sviluppa sul cadavere producendo nuove spore. L'insetto parassitato ma non ancora morto diffonde il fungo ad altri esemplari durante i suoi spostamenti.

    Gran parte degli insetti che vivono sul suolo hanno sviluppato difese naturali contro Beauveria bassiana, tuttavia molti altri ne sono suscettibili.

    Il fungo non infetta l'uomo né gli altri mammiferi ed è pertanto considerato un insetticida naturale contro insetti infestanti come le termiti.

    È attualmente allo studio il suo utilizzo come mezzo di controllo della zanzara Anopheles, portatrice della malaria, attraverso la dispersione delle spore sulle aree infestate.

    Il nome della specie è un omaggio al naturalista italiano Agostino Bassi che nel 1835, grazie ad un'approfondita sperimentazione dimostrò che il mal del calcino del baco da seta era causato da questo fungo

    Blastocladiales: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    L'ordine Blastocladiales è l'unico della classe Blastocladiomycetes a sua volta unica nella divisione Blastocladiomycota, del regno dei funghi. Comprende funghi simili ai Chytridiomycota, che vivono come saprofiti su resti animali e vegetali nel terreno e nell'acqua.

    Blastocystis hominis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Il Blastocystis hominis è un parassita, più precisamente un saprofita dell'intestino umano, che compete con le cellule umane per il nutrimento. Produce metaboliti tossici. Viene attualmente classificato nel gruppo Stramenopiles.

    L'infezione umana è detta blastocistosi. B.hominis può rimanere nell'intestino per mesi o anni, spesso in modo asintomatico.

    È un protista anaerobio stretto. Sono descritti numerosi tipi morfologici.

    Il contagio avviene attraverso l'acqua contaminata, l'ingestione di cibi vegetali lavati male, la carne cotta poco, il contatto con gli animali domestici, l'uso di antibiotici e medicine che abbassano il livello immunitario.

    Blastomyces dermatitidis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Il Blastomyces dermatitidis Gilchrist & W.R. Stokes, 1898 è un fungo responsabile della blastomicosi, una malattia sistemica.

    Blastospora: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano
    Blumeria graminis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Il mal bianco dei cereali (Blumeria graminis (DC) Speer, 1975, anamorfo: Oidium monilioides (Nees) Link 1824) è un fungo fitopatogeno della famiglia Erysiphaceae, rinvenibile su varie specie di graminacee spontanee e coltivate.

    Bolbitiaceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Bolbitiaceae Singer, 1946 è una famiglia di funghi omogenei o eterogenei dell'ordine Agaricales.

    Boletaceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Le Boletaceae (Chevall., 1826) sono una famiglia di Funghi dell'ordine Boletales. Recenti cambiamenti nella tassonomia delle Boletaceae hanno eliminato molti membri, ma rimane comunque una famiglia numerosa.

    Boletales: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    La famiglia più conosciuta dell'ordine Boletales è quella delle Boletaceae che annovera il genere Boletus, celebre per specie come Boletus edulis e Boletus aereus, meglio conosciuti come "porcini".

    Boletus aemilii: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Boletus aemilii Barbier, 1915 è un fungo basidiomicete di taglia robusta, con colori simili a quelli del B. regius, ma con una zona rossastra più o meno estesa e senza reticolo sul gambo.

    Boletus aereus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano
     src= Boletus aereus

    Il porcino nero (Boletus aereus Bull., 1789) è un fungo edule della famiglia delle Boletaceae.
    È molto ricercato ed apprezzato per il suo aroma inebriante e perché dotato di una carne molto compatta e quindi di ottima resa; dura, bianca, non colorata sotto la cuticola del cappello. Odore molto grato, intenso ed aromatico, specialmente dopo cottura. Da crudo ricorda un po' il muschio. Sapore eccellente.

    Boletus aestivalis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Il Boletus aestivalis, conosciuto volgarmente con diversi nomi, è un fungo edule molto saporito appartenente alla famiglia delle Boletaceae che cresce in un periodo che va dalla tarda primavera fino alla fine dell'estate, purché le precipitazioni non siano scarse.
    Uno dei caratteri morfologici che lo differenziano da altri porcini è la cuticola del cappello che si screpola con grande facilità, anche a causa delle temperature elevate del periodo estivo nonché dell'esposizione prolungata al sole.
    Oltre a ciò è un fungo ben noto ai fungaioli per l'estrema facilità con cui viene attaccato dalle larve.

    Boletus appendiculatus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Boletus appendiculatus Schaeff., Fungorum qui in Bavaria et Palatinatu circa Ratisbonam nascuntur 2: tab. 130 (1763).

    Il Boletus appendiculatus è un fungo edule della famiglia delle Boletaceae.

    Boletus badiorufus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Boletus badiorufus R. Heim , Revue mycol. , Paris 25 (3-4): 235 (1960).
    Boletus badiorufus è un fungo basidiomicete della famiglia Boletaceae.

    .mw-parser-output .chiarimento{background:#ffeaea;color:#444444}.mw-parser-output .chiarimento-apice{color:red}Da alcuni è considerato una forma dello Xerocomus badius[senza fonte] (f.ma subimmutabilis), dal quale si differenzia per i tuboli più corti e la taglia più piccola (il cappello misura dai 4 agli 8 cm.).

    Cresce su terreni sabbiosi ed umidi, sotto pino e quercia.

    Boletus barrowsii: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Il Boletus barrowsii (Thiers & A.H. Sm., 1976) è un fungo molto simile al Boletus edulis, ma differisce da questo per il colore bianco del cappello e la carne leggermente più compatta. Esso ha un areale molto ristretto, lo si trova infatti solo tra le montagne del Colorado e del Nuovo Messico.

    Boletus bicolor: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Boletus bicolor Peck, 1897 è un fungo commestibile appartenente alla famiglia Boletaceae. È diffuso in Nord America, e appare soprattutto a est delle Montagne Rocciose durante l'estate e l'autunno, ma si può incontrare anche in Cina e in Nepal. Il suo corpo fruttifero è di dimensioni medio-grandi, e questa caratteristica aiuta a distinguerlo da molte specie simili ma di dimensioni ridotte. Di questa specie esistono due varietà: B. bicolor var. borealis e B. bicolor var. subreticulatus. Può essere confuso con B. sensibilis, specie velenosa, e con altre specie innocue.

    Il suo nome deriva dal latino Boletus, che significa "fungo", e bicolor, di due colori.

    Boletus calopus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Boletus calopus Pers., Synopsis Methodica Fungorum (Göttingen): 513 (1801).

    Il Boletus calopus è una specie facilmente riconoscibile per la combinazione dei colori vivaci e per il sapore amaro della carne. Insieme al Boletus radicans, infatti, è uno dei Boleti più amari.

    Boletus dupainii: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Boletus dupainii Boud., Bulletin de la Société Mycologique de France 18: 139 (1902).

    Il Boletus dupainii è uno fungo dal colore rosso cangiante, molto raro per cui si raccomanda di evitarne assolutamente la raccolta, anche perché trattasi di un mediocre commestibile.

    Boletus edulis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano
     src= B. edulis

    Boletus edulis Bull., 1782, volgarmente indicato come porcino, è un fungo edule della famiglia Boletaceae ed è la specie più conosciuta della sezione Edules. Inoltre è la specie tipo del genere Boletus.

    Boletus erythropus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Il Boletus erythropus (Neoboletus luridiformis, Neoboletus praestigiator), comunemente chiamato porcino dal piede rosso, è un fungo della famiglia delle Boletaceae, commestibile solo dopo cottura in quanto contiene una tossina termolabile. È conosciuto con l'epiteto " premio del micologo ", grazie alla sua bontà come commestibile, spesso sconosciuta ai fungaioli, che disdegnano i porcini a pori rossi e con la carne virante al blu.

    Boletus fechtneri: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Boletus fechtneri Velen., České Houby 4-5: 704 (1922).

    Boletus ferrugineus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Boletus ferrugineus Schaeff., Fungorum qui in Bavaria et Palatinatu circa Ratisbonam nascuntur 1: 85, tab. 4 (1762).

    Boletus lupinus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Boletus lupinus Fr. Il Boletus lupinus è un fungo tossico se consumato crudo.

    Boletus luridus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Il boleto lurido (Boletus luridus Schaeff., 1774) è un fungo appartenente alla famiglia Boletaceae .mw-parser-output .chiarimento{background:#ffeaea;color:#444444}.mw-parser-output .chiarimento-apice{color:red}piuttosto apprezzato in certe zone mentre in altre[senza fonte] evitato in quanto considerato di qualità scadente per via del suo aspetto non molto gradevole.

    Le qualità organolettiche di questa specie sono eccellenti per via del sapore buono[senza fonte], anche se poco aromatico, e della compattezza della carne.

    Si raccomanda tuttavia di non consumarlo insieme a grosse quantità di alcolici in quanto contiene sostanze che, pur essendo innocue, rallentano il metabolismo dell'Alcool etilico facendo accumulare acetaldeide nel sangue, e procurando in tal modo un senso di ebbrezza e di nausea che può durare anche diverse ore.

    Boletus pinophilus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Il Boletus pinophilus (Pilát & Dermek) è un fungo della famiglia delle Boletacee, che appare già in primavera, conosciuto anche come Porcino Rosso per il suo colore bruno tendente al rossiccio.

    Boletus queletii: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Boletus queletii Schulzer, Hedwigia 24: 143 (1885) è un fungo appartenente alla famiglia delle Boletaceae.

    Boletus radicans: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Boletus radicans Pers., Synopsis Methodica Fungorum (Göttingen): 507 (1801).

    Boletus radicans è un fungo a tubuli che si distingue per la colorazione chiara del cappello, per l'assenza di colorazione rossa sul gambo, per il viraggio al verde-blu e soprattutto per il sapore amaro simile a quello del Boletus calopus.

    Boletus regius: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Boletus regius Krombh., Naturgetreue Abbildungen und Beschreibungen der essbaren, schädlichen und verdächtigen Schwämme (Prague) 2: 3 (1832).

    Il Boletus regius è un fungo edule appartenente alla famiglia delle Boletaceae non molto comune ma abbastanza ricercato nelle zone di crescita.

    Boletus rhodopurpureus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Boletus rhodopurpureus Smotl., Mykologický Sborník 29(1-3): 31 (1952)

    Il Boletus rhodopurpureus presenta una grossa variabilità cromatica per la quale sono state individuate nel tempo varietà e addirittura specie affini.

    Boletus satanas: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Il Boletus satanas Lenz, 1831, chiamato comunemente porcino malefico per il rischio di confusione con l'edule Boletus edulis, è un fungo tossico della famiglia delle Boletaceae.

    Boletus speciosus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Boletus speciosus Frost, Bull. Buffalo Soc. nat. Sci. 2: 101 (1874).

    Boletus subtomentosus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Boletus subtomentosus L., 1753 è un fungo basidiomicete della famiglia Boletaceae.

    Boletus torosus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Boletus torosus Fr.; Boleti, Fungorum generis, illustratio: 10 (1835).

    Il Boletus torosus è un fungo con pori e gambo gialli, che solo negli esemplari maturi possono raggiungere tonalità color rosso-sangue.

    Boletus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    I boleti (Boletus L., 1753) costituiscono un genere di funghi basidiomiceti a tubuli della famiglia Boletaceae, generalmente carnosi, a pori bianchi o colorati, a volte viranti allo sfregamento, al taglio (es.: Boletus queletii) o anche al semplice contatto.

    Boreostereaceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Gloeophyllaceae Jülich, 1982 è una famiglia di funghi basidiomiceti appartenente all'ordine Gloeophyllales.

    Botryobasidiaceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Botryobasidiaceae è una famiglia di funghi basidiomiceti appartenenti all'ordine Cantharellales.

    Botryosphaeria: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Botryosphaeria è un genere di funghi ascomiceti. Comprende più di 190 specie.

    Botrytis cinerea: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Botrytis cinerea (Pers., 1794) è un fungo della famiglia Sclerotiniaceae, parassita che attacca molte varietà di piante, anche se fra i diversi ospiti quello economicamente più rilevante è la vite (in particolare aggredisce i grappoli d'uva).
    In viticoltura è comunemente nota come marciume grigio o muffa grigia. La stessa può anche provocare allergie.

    Il nome latino cinerea (fatta di cenere) si riferisce al colore grigio cenere assunto dall'uva a causa della sporata di questa specie.

    Botrytis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Botrytis P. Micheli ex Pers., 1794 è un genere di funghi ascomiceti della famiglia Sclerotiniaceae.

    Bovista plumbea: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Bovista plumbea Pers., 1795 è una specie di fungo della famiglia Agaricaceae.

    Si riconosce per la cuticola (esoperidio) fragile, che si rompe come un uovo.

    Bovista: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Bovista Pers., 1794 è un genere di funghi basidiomiceti della famiglia Agaricaceae..

    Brettanomyces: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    I lieviti appartenenti alla specie Brettanomyces fanno parte della famiglia dei Pichiaceae, e sono spesso colloquialmente definiti "Brett". Il nome Dekkera viene usato intercambiabilmente con Brettanomyces, dato che descrive la telemorfosi o forma della spore del lievito. La morfologia cellulare del lievito può variare da una forma ovoidale a tubolare allungata. Il lievito è acidogenico e si riproduce velocemente in soluzioni glucosate producendo grandi quantità di acido acetico. Il Brettanomyces è molto importante sia per la birrificazione che per la vinificazione.

    Allo stato naturale, il Brettanomyces vive sulle bucce della frutta. Il tipo Brettanomyces claussenii venne scoperto nel laboratorio Carlsberg in 1904 da N. Hjelte Claussen, mentre stava studiando le birre britanniche ale. Il termine Brettanomyces deriva dal greco per "fungo britannico".

    Calocera: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Calocera (Fr.) Fr., Elench. fung. (Greifswald) 1: 233 (1828)

    Calocera è una genere di funghi basidiomiceti appartenente alla famiglia delle Dacrymycetaceae. Appartengono ad esso circa una decina di specie, una parte delle quali cresce su ceppaie di conifere.

    Calocybe gambosa: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Calocybe gambosa (Fr.) Donk, Nova Hedwigia, Beih. 5: 43 (1962).

    Gruppo di Calocybe gambosa

    Il Calocybe gambosa, già Tricholoma georgii, chiamato comunemente Prugnolo, matura secondo la tradizione popolare il 23 aprile, giorno della ricorrenza di S. Giorgio, ma ovviamente può anticipare o posticipare la sua comparsa anche di alcune settimane a seconda dell'altitudine o dell'andamento stagionale.

    Calocybe: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Calocybe Kühner ex Donk, Nova Hedwigia, Beih. 5: 42 (1962).

    Al genere Calocybe appartengono funghi saprofiti terricoli con portamento tricolomatoide o collibioide, cappello bianco-giallastro o rosa-violaceo, asciutto, lamelle bianche o giallastre, sottili, fitte, di solito adnate, gambo privo di anello, sporata bianca, spore non amiloidi, ellittiche, lisce o verrucose, prive di poro germinativo.

    Caloscypha: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Caloscypha Boud., 1885 è un genere di funghi ascomiceti con carpoforo a forma di coppa a tonalità gialle, arancioni e rosse più vive all'interno e più scure all'esterno.

    Calvatia excipuliformis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Lycoperdon excipuliforme (Scop.) Pers., 1801 è una specie di fungo della famiglia Agaricaceae.

    Questo fungo si riconosce facilmente da altre specie della famiglia delle agaricacee per la strana forma, con il gambo molto allungato.

    Calvatia gigantea: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Calvatia gigantea (Batsch) Lloyd, 1904 è un fungo appartenente alla famiglia Agaricaceae che può raggiungere dimensioni ragguardevoli. Sono stati ritrovati esemplari fino a 20–25 kg e raggiungenti 1 m di diametro.

    Camarophyllus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Camarophyllus (Fr.) P. Kumm., Führer für Pilzfreunde (Zwickau): 26, 117 (1871).

    Appartengono al genere Camarophyllus funghi delle Hygrophoraceae con le seguenti caratteristiche:

    Cappello sodo, carnoso e non viscoso, colorazione dal bianco all'arancio chiaro, al violaceo; Lamelle completamente decorrenti o smarginate con trama irregolare; Gambo fibroso, carnoso, pieno liscio e solcato da fibrille.
    Camarosporium dalmaticum: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Camarosporium dalmaticum (Thüm.) Zachos & Tzav.-Klon., 1979 è un fungo ascomicete parassita di piante. Sull'olivo provoca una malattia conosciuta come Marciume delle olive.

    Camarosporium: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Camarosporium Schulzer, 1870 è un genere di funghi ascomiceti. Comprende diverse specie parassite di piante.

    Candida (micologia): Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Candida Berkhout, 1923 è un genere di lieviti, la cui specie più importante è Candida albicans che causa infezioni fungine nell'uomo e negli animali, definite candidosi.

    Coltivate in laboratorio in piastre agar, le colonie di candida appaiono tondeggianti e di colore bianco o crema. Da questa caratteristica deriva il nome latino albicans, che significa biancastro.

    I funghi del genere Candida fanno parte della normale flora microbica della pelle, della bocca, del tratto gastroenterico e della vagina.

    Candida albicans: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    La Candida albicans è un fungo saprofita Questo fungo è un fungo dimorfico appartenente alla famiglia dei Saccaromiceti.

    Normalmente si trova nel cavo orale, nel tratto gastrointestinale e nella vagina.

    Esso svolge un ruolo rilevante nella digestione degli zuccheri mediante un processo di fermentazione.

    Candida auris: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    La Candida auris è una specie di micete ascomycota lievitiforme. È stato descritto per la prima volta nel 2009 e gli è stato dato nome auris, dal latino: orecchio, per essere stato individuato nel canale auricolare di una paziente ricoverata in un ospedale geriatrico giapponese. È una delle poche specie del genere Candida che genera candidosi nell'uomo. La candidosi è una delle più frequenti infezioni acquisite in ambienti ospedalieri da soggetti indeboliti da altre malattie, sottoposti ad interventi chirurgici o immunocompromessi.

    Nella sua forma invasiva la candidosi può infettare il sangue, il sistema nervoso centrale, reni, fegato, ossa, muscoli, articolazioni, milza, occhi.

    La Candida auris ha attirato una maggiore attenzione clinica e sollevato allarme a causa della sua resistenza agli antibiotici ed ai più comuni antimicotici. Il trattamento delle candidosi da Candida auris è anche complicato dal fatto che non viene facilmente riconosciuta, confondendola in particolare con la Candida haemulonii, un'altra specie antibiotico resistente. Il CDC ha definito la Candida auris una "grave minaccia globale per la salute" ed l'European Centre for Disease Prevention and Control ha dichiarato che la Candida auris "sembra essere unica nella sua propensione ad essere trasmessa tra i pazienti e causare epidemie nelle strutture sanitarie".

    Cantharellaceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cantharellaceae J.Schröt., in Cohn, Krypt.-Fl. Schlesien (Breslau) 3(1): 413 (1888).

    Alla famiglia Cantharellaceae appartengono funghi che presentano un imenoforo a rughe, carpoforo con cappello e gambo centrale o eccentrico, a forma di trombetta o di tronco di cono, spore lisce, color crema in massa, ife ialine con o senza giunti a fibbia.

    Cantharellales: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cantharellales Gäum., 1926 è un ordine di funghi basidiomiceti della classe Agaricomycetes.

    Cantharellula: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cantharellula Singer, Revue Mycol., Paris 1: 281 (1936)

    Cantharellula è un genere di funghi basidiomiceti della famiglia Tricholomataceae.
    Recentemente alcune specie sono state annoverate al genere Pseudoclitocybe.

    Cantharellus cibarius: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Il Cantharellus cibarius (volgarmente gallinaccio, galluccio, finferlo o, meno diffusi, garitula, orecchina, gallitula, galletta, galletto, gialletto, giallarella, gaddiniedde) è uno dei funghi più conosciuti e apprezzati. Riesce eccellente cotto in olio, prezzemolo, aglio e peperoncino, da solo o come contorno.
    Si presta bene alla conservazione, sia sotto aceto che essiccato. In quest'ultimo modo viene utilizzato per condire varie pietanze o altri funghi, per tale ragione è detto "il prezzemolo dei funghi".

    Cantharellus cinereus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cantharellus cinereus (Pers.) Fr., Syst. mycol. (Lundae) 1: 320 (1821).

    Il Cantharellus cinereus è un fungo edule dal caratteristico colore nero/grigio scuro e facilmente confondibile con il Craterellus cornucopioides, meno diffuso ed al pari commestibile.

    Cantharellus friesii: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cantharellus friesii Welw. & Curr., Champs Jura Vosges 1: 191 (1869).

    Cantharellus friesii è un fungo agaricomicete.

    Cantharellus lutescens: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Il cibo giallo (Cantharellus lutescens (Pers.) Fr., 1821 volgarmente finferla) è un fungo della famiglia Cantharellaceae, strettamente affine al Cantharellus tubaeformis. Preferisce luoghi umidi.

    Cantharellus melanoxeros: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Il fungo giallo viola (Cantharellus melanoxeros (Pers. ) Fr., 1821) è un fungo del genere Cantharellus.

    Cantharellus tubaeformis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Il fungo invernale (Cantharellus tubaeformis (Pers. ) Fr., 1821) è un fungo della famiglia Cantharellaceae, strettamente affine al Cantharellus lutescens.

    Cantharellus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano
     src= imenio tipico del genere Cantharellus, a creste o pseudo-lamelle

    Cantharellus Fr., Systema mycologicum, Index alphab. 1: 316 (1821), è un genere di funghi appartenente alla famiglia delle Cantharellaceae.

    È costituito da specie leucosporee, terricole, simbionti con altre piante, caratterizzate da un imenio costituito da ampie rugosità anastomizzate, da ife secondarie provviste di giunti a fibbia, gambo pieno e cappello di solito a forma di tronco di cono, dai colori che vanno dal giallo-biancastro al giallo-arancio.

    Capnodium citri: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Capnodium citri è un fungo ascomicete. Provoca la fumaggine degli agrumi.

    Capnodium elaeophilum: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Capnodium elaeophilum è un fungo ascomicete. Provoca la fumaggine dell'olivo.

    Capnodium: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Capnodium è un genere di funghi ascomiceti.

    Catathelasma imperiale: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Catathelasma imperiale (Quél.) Singer, 1940 è un fungo appartenente alla famiglia Tricholomataceae.

    È detto anche fungo patata; si raccoglie da fine agosto a metà settembre. Presente in boschi di conifere. Denominato in questo modo perché cresce profondamente interrato fino quasi al termine del suo sviluppo. Cresce anche gregario in gruppi più o meno numerosi. Commestibile, considerato da alcuni autori buono soprattutto se conservato sott'olio, dopo averlo scottato per 5-6 minuti in una miscela di aceto e vino bianco (1 parte a 3) salata con una manciata di sale, aromatizzato con alloro e pepe.

    Ceratocystis fagacearum: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Il Ceratocystis fagacearum è un fungo ascomicete dell'ordine Microascales.

     src= Spore di un Ceratocystis fagacearum

    Questo fungo provoca una malattia fungina che può uccidere una quercia. I sintomi della malattia variano da specie a specie, ma generalmente in tutte si arriva alla morte,alla defogliazione e decolorazione delle foglie. Il fungo si sviluppa su alberi sani grazie a insetti vettori o tramite connessione con le radici dell'albero. Per gestire la malattia bisogna soprattutto prevenire l'infezione in modo da evitare ferite all'albero come scavare trincee che ostacolano la connessione del fungo con la radice. Sono disponibili anche trattamenti chimici.

    Ceratocystis fimbriata: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Ceratocystis fimbriata è un fungo parassita appartenente alla divisione Ascomycota, agente del "cancro colorato del Platano". È un patogeno estremamente virulento ed aggressivo in grado di infettare tutte le specie appartenenti al genere Platanus. Originario dell'est degli Stati Uniti, l'organismo è stato introdotto in Europa fra gli anni 1944-1945 in seguito all'importazione di casse in legno infetto. In Italia è apparso per la prima volta nei viali di platani della Reggia di Caserta nel 1954. Oggi è praticamente ubiquitario in tutto il paese e, per questa ragione, vige un regime di lotta obbligatoria direttamente regolamentato dallo stato.

    Cercospora beticola: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cercospora beticola Sacc., Nuovo Giorn. Bot. Ital. 8: 189 (1876).

    La Cercospora beticola è un fungo fitopatogeno che può colpire tutte le tipologie di barbabietola coltivata, causando la malattia nota come cercosporiosi della bietola. È considerata la più pericolosa malattia fogliare della bietola, portando a cali di resa del 25 – 50% nelle cultivar da zucchero.

    Cercospora: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cercospora è un genere di funghi ascomiceti. Comprende diverse specie parassite di piante.

    Cetraria islandica: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cetraria islandica (L.) Ach., o Lichene islandico, è una specie di lichene terricolo fruticoso tipico di aree montane.

    È una specie caratteristica delle distese laviche in Islanda e forse da questo deriva il suo nome vernacolo lichene d'islanda o lichene artico.

    Contiene circa il 70% di lichenina, un polisaccaride, e alcune sostanze licheniche come acido fumarico, acido cetrarico (il responsabile del gusto amaro).

    Chaetomium globosum: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Chaetomium globosum è un fungo Ascomicete. Provoca una forma di carie del legno detta "carie soffice" o anche "carie molle".

    Chaetomium: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Chaetomium Sacc., è un genere di funghi Ascomiceti. Comprende più di 90 specie; alcune di esse, come Chaetomium globosum, provocano carie del legno, altre, come Chaetomium atrobrunneum, provocano infezioni negli esseri umani.

    Chalciporus piperatus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Chalciporus piperatus è un fungo basidiomicete.

    Chalciporus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Chalciporus Bataille, Bulletin de la Société d'Histoire Naturelle du Doubs 15: 39 (1908).

    Il Chalciporus è un genere di funghi di taglia piccola appartenenti alla famiglia delle Boletaceae, provvisti di pori e tubuli di solito rosso cannella o rosastro, grandi e angolosi.

    Sono caratterizzati dal sapore amaro o piccante della carne, che li rende non commestibili.

    Il Chalciporus piperatus è però commestibile, ma talmente piccante da poter essere usato unicamente nel misto come condimento.

    Chlorophyllum rachodes: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Chlorophyllum rachodes (Vittad.) Vellinga, 2002 è un fungo basidiomicete della famiglia Agaricaceae. È simile a Macrolepiota procera ma di taglia mediamente più piccola.
    Sebbene in passato fosse considerata commestibile dopo cottura, recenti studi ne hanno dimostrato la tossicità anche da cotta, ragione per cui se ne sconsiglia vivamente il consumo per fini alimentari .mw-parser-output .chiarimento{background:#ffeaea;color:#444444}.mw-parser-output .chiarimento-apice{color:red}[senza fonte].

    Choiromyces meandriformis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Choiromyces meandriformis Vittad., 1831 è un fungo appartenente alla famiglia delle Tuberaceae.

    Choiromyces: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Choiromyces Vittad., Monographia Tuberacearum: 50 (1831).

    Choiromyces è un genere di funghi ascomiceti ipogei appartenente alla famiglia Tuberaceae.

    Si tratta di funghi tuberosi irregolari, con peridio rugoso e biancastro e la carne (gleba) anch'essa biancastra, con cavità sinuose.

    Le specie di questo genere non sono commestibili.

    Chondrostereum purpureum: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Il Chondrostereum purpureum (Pers.) Pouzar, 1959, comunemente conosciuto anche col sinonimo Stereum purpureum, è un fungo basidiomicete della famiglia Cyphellaceae. Causa il mal del piombo parassitario, così definito per distinguerlo dal mal del piombo non parassitario che è causato invece dalle alte temperature estive. Il mal del piombo parassitario è detto anche "mal del piombo precoce".

    Chytridiomycota: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    I chitridimicoti (Chytridiomycota Arx, 1967) costituiscono una divisione del regno dei funghi che contiene due classi e sei ordini . Il nome fa riferimento al chitidrio (dal greco, "chytridion " = piccola pentola), la struttura che contiene le spore.

    Appartengono a questa divisione specie acquatiche con ife cenocitiche o scarsamente settate. Le spore sono uni-flagellate (zoospore) e la presenza di flagelli in queste spore portò all'esclusione del phylum dal regno Fungi. La reinclusione è recente ed è stata possibile a seguito di studi di carattere molecolare.

    Cladonia acuminata: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia acuminata (Ach.) Norrl. (1875) è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino acuminatus, che significa appuntito, a punta, ad indicare probabilmente la forma dei podezi.

    Cladonia ahtii: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia ahtii S. Stenroos (1989) è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal lichenologo finlandese Ahti, nato nel 1934 e vincitore, nel 2000, della Acharius Medal.

    Cladonia albofuscescens: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia albofuscescens Vain. è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino albus, che significa bianco , di colore chiaro, e dal latino tardo fuscescens, cioè tendente a tonalità più scure, più fosche ad indicare il colore degli apoteci.

    Cladonia amaurocraea: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia amaurocraea (Flörke) Schaer. (1887) è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome deriva dal greco αμαυρός, amauròs, cioè indistinto, appena percettibile, per le dimensioni del tallo.

    Cladonia anaemica: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia anaemica (Nyl.) Ahti (2000) è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal greco ἀναιμία, cioè anaimìa, che significa mancanza di sangue, probabilmente ad indicare il colore sbiadito dei soredi, di norma di colore rosso vivo.

    Cladonia andesita: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia andesita Vain. (1899) è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dalle Ande, la catena montuosa dove è più diffusa e dal latino situs, che significa collocato, situato, posto, ad indicarne la provenienza.

    Cladonia apodocarpa: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia apodocarpa Robbins. è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal greco α-, cioè a-, che ha valore privativo, da ποὺς,ποδός, cioè poùs, podòs, che significa piede, parte terminale e infine da κὰρπός, cioè karpòs, che significa frutto, corpo fruttifero, ad indicare che i soredi sono collegati direttamente all'apotecio, senza peduncoli.

    Cladonia arbuscula: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia arbuscula (Wallr.) Flot. (1839), (= Cladonia arbuscula subsp. arbuscula), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome deriva dal latino arbuscula, arboscello, piccolo albero, a causa della fitta ramificazione che la rende simile ad un albero in miniatura; come tutte le specie della sezione Cladina è fra i licheni preferiti dalle renne.

    Cladonia argentea: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia argentea (Ahti) Ahti & DePriest (2001) è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino argenteus, che significa color argenteo, ad indicarne appunto il colore.

    Cladonia asahinae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia asahinae J.W. Thomson (1977) è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal lichenologo e chimico giapponese Yasuhiko Asahina (16 aprile 1881 - 30 giugno 1975), in onore del quale è stata dedicata.

    Cladonia atlantica: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia atlantica A. Evans, 1944 è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dalla regione atlantica degli USA, ad indicare la zona di ritrovamento.

    Cladonia bacillaris: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia bacillaris (Ach.) Nyl. (1866), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome deriva dal latino tardo bacillaris, termine derivato da bacillum che significa bastoncino, verga, per la forma che assume di frequente.

    Cladonia bacilliformis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia bacilliformis (Nyl.) Glück (1899), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino bacillum, che significa bastoncino, verga, e formis, cioè simile a, della forma di, ad indicare la forma degli apoteci.

    Cladonia bahiana: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia bahiana Ahti (1995), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dallo stato brasiliano di Bahia, dove il lichenologo Stenroos trovò i primi esemplari nel 1994, poi classificati come specie nuova da Ahti l'anno successivo.

    Cladonia beaumontii: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia beaumontii (Tuck.) Vain., è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal collezionista Beaumont della Contea di Conecuh (Alabama).

    Cladonia bellidiflora: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia bellidiflora (Ach.) Schaer. (1823), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Bellidiflora è un nome composto dal genere di fiori Bellis; da di che indica appartenenza e dal latino flora, che significa fiori; riassumendo significa fiori del genere Bellis, sottinteso che assomiglia ai, che sta ad indicare la forma dell'apotecio.

    Cladonia borealis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia borealis S. Stenroos (1989), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino borealis, che significa settentrionale, boreale, ad indicare l'areale, l'emisfero settentrionale.

    Cladonia boryi: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia boryi, Tuck. (1847), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal naturalista francese Jean Baptiste Bory de Saint-Vincent, (1778-1846), abbreviato nei termini botanici come Bory.

    Cladonia botrytes: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia botrytes (K.G. Hagen) Willd. (1787), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome deriva dal greco βοτρυωτός, botryotòs, che significa ornato di grappoli, per la forma a grappoli che assumono gli apoteci.

    Cladonia caespiticia: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia caespiticia (Pers.) Flörke (1887), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome deriva dal latino caespiticius che significa di zolle erbose, ed indica l'habitat in cui prevalentemente cresce.

    Cladonia calyciformis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia calyciformis Nuno (1972), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal greco κὰλυξ, cioè kalyx, che significa calice, coppa, e dal latino formis, che significa a forma di, simile a, ad indicare la forma degli apoteci.

    Cladonia capitellata: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia capitellata (Hook. f. & Taylor) C. Bab. (1855), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino capitellatum, che può significare a forma di piccola testa, oppure, più specificatamente, a forma di capitello, ad indicare, probabilmente, la forma terminale degli apoteci.

    Cladonia cariosa: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia cariosa (Ach.) Spreng. (1827), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino cariosus, che significa cariato, guasto, ad indicare l'aspetto piuttosto sfaldabile.

    Cladonia carneola: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia carneola (Fr.) Fr. (1831), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino carneolum, diminutivo di carneum che significa letteralmente del colore della carne, cioè rosa pallido, ad indicarne proprio la colorazione che assume.

    Cladonia caroliniana: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia caroliniana (Schwein.) Tuck., è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio, caroliniana, sta ad indicare la provenienza dei primi esemplari rinvenuti della specie dalla Carolina del Sud.

    Cladonia cartilaginea: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia cartilaginea Müll. Arg. (1880), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino cartilagineus, che significa che ha la consistenza o l'aspetto della cartilagine.

    Cladonia cenotea: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia cenotea (Ach.) Schaer. (1823), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva probabilmente dal greco κενὸτης, kenòtes, che significa vuoto.

    Cladonia ceratophylla: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia ceratophylla (Sw.) Spreng. (1827), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal greco κὲρας, κὲραος, kèras, kèraos, che significa corno, escrescenza, dal greco φύλλον fyllon, che significa foglia, fronda, alludendo alle suddivisioni rigide e strette degli apoteci.

    Cladonia cervicornis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia cervicornis (Ach.) Flot. (1849), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino cervicornis, parola composta da cervis, cioè cervo e da cornu, cioè corno, ad indicare le ramificazioni che assumono crescendo, simili a corna di cervo.

    Cladonia chlorophaea: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia chlorophaea (Flörke ex Sommerf.) Spreng. (1827), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio è composto dal greco χλωρός chloròs, che significa verde, verde-giallognolo, e dal greco φαιός faiòs, che significa scuro, grigio, fosco, bruno, ad indicarne il colore.

    Cladonia ciliata: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia ciliata Stirt. (1888), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome deriva dal latino ciliatus, provvisto di ciglia.

    Cladonia clathrata: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia clathrata Ahti & L. Xavier (1993), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino clathratus, che significa sbarrato, chiuso con inferriate, ad indicare la struttura degli apoteci.

    Cladonia coccifera: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia coccifera (L.) Willd. (1787), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome deriva dal latino coccifera, composto da coccum che significa bacca, cocciniglia e, per traslato, indica il colore rosso scarlatto; e dal verbo fero che significa portare, avere con sé. Denominata così per il colore rosso degli apoteci.

    Cladonia confusa: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia confusa R. Sant. (1942), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino confusus, che significa confusa, confondibile, ad indicare che la specie, pur essendo a sé stante è confondibile con altre per varie caratteristiche e che approfonditi studi potrebbero farla confluire in futuro in altre specie.

    Cladonia coniocraea: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia coniocraea (Flörke) Spreng. (1827), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal greco κὼνεοιν còneoin, che significa cicuta, forse per la somiglianza con la pianta.

    Cladonia connexa: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia connexa Vain. (1885), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino connexus, che significa ininterrotto, connesso, ad indicare la struttura dei podezi e degli apoteci.

    Cladonia consimilis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia consimilis Vain. (1885), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino consimilis, che significa del tutto simile, pressoché identico, ad indicare probabilmente la similitudine stretta con altre specie, fra cui C. connexa.

    Cladonia convoluta: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia convoluta (Lam.) Cout. (1913) è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino convolutus, che significa avvolto, raccolto in se stesso, arrotolato, per la forma delle squamule del tallo.

    Cladonia corallifera: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia corallifera (Kunze) Nyl. (1874), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino corallum, che significa corallo e dal suffisso -fero, -fera, che indica ha l'aspetto di, il portamento di, ad indicare la forma delle ramificazioni di questa specie, simili a quelle dei coralli.

    Cladonia corniculata: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia corniculata Ahti & Kashiw. (1984), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal sostantivo latino corniculum, che significa piccolo corno, piccola ramificazione, aggettivato per indicare la forma degli podezi.

    Cladonia cornuta: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia cornuta (L.) Hoffm. (1791), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino cornutus, che significa provvisto di escrescenze, cornuto, ad indicare la forma degli apoteci.

    Cladonia corymbescens: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia corymbescens Nyl. ex Leight (1866), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino corymbescens, che significa che ha le sembianze di un corimbo o grappolo, ad indicare la forma ramificata dei podezi.

    Cladonia crinita: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia crinita (Delise ex Pers.) Ahti (1995), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino crinitus, che significa dalla lunga chioma, crinito, chiomato, ad indicare la forma allungata delle terminazioni degli apoteci.

    Cladonia crispata: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia crispata (Ach.) Flot. (1839), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome deriva dal latino crispatus che significa increspato, venato, ondulato, per la forma dentata dei podezi.

    Cladonia crispatula: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia crispatula (Nyl.) Ahti (1977), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome deriva dal latino crispatulus, diminutivo di crispatus, che significa poco increspato, arricciato, poco ondulato, per la forma leggermente dentata dei podezi.

    Cladonia cristatella: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia cristatella Tuck. (1858), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino cristatus, diminutivo di cristatellus, che significa crestato, provvisto di piccola cresta, ad indicare la forma terminale degli apoteci. Il nome comune British Soldier Lichen, cioè lichene del soldato britannico, deriva dalla parte terminale degli apoteci di colore rosso vivo, molto simile ai copricapi rossi portati dai soldati britannici durante la guerra di indipendenza americana

    Cladonia cryptochlorophaea: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia cryptochlorophaea Asahina (1940), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio è composto dal greco κρύπτον krypton, cioè nascosto, celato, non visibile, dal greco χλορός chloròs, che significa verde, verde-giallognolo, e dal greco φαιὸς faiòs, che significa scuro, grigio, fosco, bruno, ad indicarne il colore.

    Cladonia cyanipes: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia cyanipes (Sommerf.) Nyl., 1858 è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino tardo cyanipes, composto da cyanus che significa di colore azzurro intenso, e da pes, pedis, cioè piede, e sta ad indicare il colore della parte basale degli apoteci.

    Cladonia cyathomorpha: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia cyathomorpha Stirt. ex Walt. Watson (1935), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal greco κύαθος kyathos, che significa tazza, piccolo recipiente, e dal greco μορφή morphé, cioè forma, guisa, ad indicare appunto la forma di piccola tazza che mostrano gli apoteci.

    Cladonia cylindrica: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia cylindrica (A. Evans) A. Evans (1950), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dall'aggettivo latino cylindricus, -a, -um, che significa a forma di cilindro, ad indicare la forma dei podezi.

    Cladonia decorticata: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia decorticata (Flörke) Spreng., 1827 è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino decorticatus, che significa, letteralmente, privo della corteccia, scorticato, ad indicare che questa specie è priva dello strato esterno o comunque è screpolato.

    Cladonia deformis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia deformis (L.) Hoffm. (1796), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome deriva dal latino deformis, deforme, sfigurato, deturpato.

    Cladonia delavayi: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia delavayi Abbayes (1958), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dall'esploratore, botanico e missionario francese Delavay, (1834-1895), che per quasi trent'anni esplorò le regioni cinesi allora remote del Sichuan e dello Yunnan, collezionando oltre 200.000 esemplari di piante, funghi e licheni e scoprendo svariate nuove specie.

    Cladonia dendroides: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia dendroides (Abbayes) Ahti (1961)., è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal greco δένδρον, cioè dèndron, che significa albero, e dal greco οῖδα, cioè -òida, prefisso che significa che somiglia a, che ha la forma di, ad indicare proprio le ramificazioni degli apoteci.

    Cladonia densissima: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia densissima (Ahti) Ahti & DePriest (2001), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dall'aggettivo latino densissimus, -a, -um, che significa molto denso, consistente, in riferimento alla forma dei podezi.

    Cladonia didyma: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia didyma (Fée) Vain. (1887), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal greco δίδυμος, cioè dìdymos, che significa gemello, doppione, in quanto gli apoteci fruttificano in coppie.

    Cladonia digitata: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia digitata (L.) Hoffm. (1796), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome deriva dal latino digitatus, cioè che ha la forma di un dito, per il caratteristico aspetto che assume da eretto.

    Cladonia dimorpha: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia dimorpha S. Hammer (1990), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino di-, prefisso che indica il numero due e dal greco μορφή morphé che significa forma, guisa, ad indicare che si può presentare in due modi differenti.

    Cladonia dimorphoclada: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia dimorphoclada Robbins. (Ahti 2000), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal greco δίμορφος, cioè dìmorphos, che significa che ha due forme, e κλὰδος, cioè klàdos, che significa ramo, ramoscello, ad indicare le forme delle diramazioni dei podezi.

    Cladonia divaricata: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia divaricata Nyl. (1860), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino divaricatus, che significa che si allarga, che si fende in più parti, ad indicare la struttura dei podezi.

    Cladonia diversa: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia diversa Asperges (1983), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dall'aggettivo latino diversus, che significa diverso, volto in direzioni opposte, ad indicare la struttura della parte sommitale degli apoteci.

    Cladonia ecmocyna: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia ecmocyna Leight., 1866 è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Cladonia elixii: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia elixii Ahti & V. Wirth (2001), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal lichenologo australiano Jack Elix, prolifico studioso della chimica dei licheni.

    Cladonia evansii: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia evansii Abbayes (1938), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal botanico e lichenologo statunitense A. Evans.

    Cladonia farinacea: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia farinacea (Vain.) A. Evans (1950), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dall'aggettivo latino farinaceus, -a, -um, che significa avente la consistenza della farina, ad indicarne l'aspetto farinoso tendente allo sbriciolamento dei soredi.

    Cladonia fimbriata: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia fimbriata (L.) Fr. (1831), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino fimbriatus, che significa ornato con frange, in ambito botanico più precisamente vale fornito di filamenti, ad indicare la consistenza dei soredi.

    Cladonia firma: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia firma (Nyl.) Nyl. (1861), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dall'aggettivo latino firmus,a,um, che significa solido, resistente, vigoroso, robusto.

    Cladonia fissidens: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia fissidens Ahti & Marcelli (1995), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva probabilmente dal latino tardo fissidens, che significa dalle estremità fessurate, ad indicare la forma degli apoteci.

    Cladonia fleigiae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia fleigiae Ahti & S. Stenroos (2002), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dalla dottoressa Mariana Fleig, che nei laboratori di Porto Alegre, insieme ai lichenologi Ahti e Stenroos, ha distinto la specie.

    Cladonia floerkeana: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia floerkeana (Fr.) Flörke, 1828, è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome deriva dal botanico e lichenologo Heinrich Gustav Flörke (Altkalen, 1764 - Rostock, 1835) che la scoprì e classificò.

    Cladonia foliacea: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia foliacea (Huds.) Willd. (1787), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino foliaceus, che significa simile ad una foglia, frondoso, per la forma del tallo.

    Cladonia fruticulosa: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia fruticulosa Kremp. (1882), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dall'aggettivo tardo latino fruticulosus, diminutivo di fruticosus, che significa quindi che mette su piccoli germogli, ricco di piccoli germogli, ad indicare la maturazione copiosa degli apoteci.

    Cladonia furcata: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia furcata (Huds.) Schrad. (1794), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome deriva dal latino tardo furcatus che significa simile ad un forcone, per la grande quantità di biforcazioni in cui si dirama.

    Cladonia furfuraceoides: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia furfuraceoides Ahti & Sipman, (2002), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva in primis dall'aggettivo latino furfuraceus, che significa simile a crusca, e indica quindi che la C. furfuracea ha un aspetto simile a quello della crusca; inoltre il suffisso greco οειδής, cioè -oeidès, che significa somigliante, che sembra, a modello di, sta ad indicare la somiglianza di questa specie con la Cladonia furfuracea.

    Cladonia glauca: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia glauca Flörke (1828), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino glaucus,-a,-um, che significa verdastro, grigio chiaro, grigio azzurro, ad indicare il colore degli apoteci.

    Cladonia gracilis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia gracilis (L.) Willd. (1787), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome deriva dal latino gracilis che significa delicato, gracile, sottile, fine, per lo spessore dei podezi.

    Cladonia grayi: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia grayi G. Merr. ex Sandst., 1929 è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal botanico americano Asa Gray (1810-1888), che compì numerose identificazioni di piante soprattutto nel parco californiano di Yosemite.

    Cladonia hedbergii: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia hedbergii Ahti (1977), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal botanico e lichenologo svedese Karl Olof Hedberg (19 ottobre 1923 - 1º maggio 2007), dell'Università di Uppsala.

    Cladonia hians: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia hians Ahti (2000), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal termine botanico latino hians, che significa aperto, non combaciante, ad indicare la struttura degli apoteci.

    Cladonia humilis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia humilis (With.) J.R. Laundon (1984), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino humilis, che significa vicino al terreno, poco alto, ad indicare il modo in cui si presenta all'aspetto.

    Cladonia hypomelaena: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia hypomelaena (Vain.) S. Stenroos (2001), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal greco ὐπό, cioè ypò, che significa sotto, in basso, e dall'aggettivo μὲλας, μὲλαινα, μὲλαν, cioè mèlas, mèlaina, mèlan, che significa nero, di colore nero, ad indicare il colore delle parti basali.

    Cladonia incrassata: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia incrassata Flörke (1826), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino tardo incrassatus, che significa irrobustito, ingrassato, ad indicare la forma robusta e rotondeggiante degli apoteci.

    Cladonia kurokawae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia kurokawae Ahti & S. Stenroos (1996), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal botanico e lichenologo giapponese Syo Kurokawa (1926 - vivente).

    Cladonia laii: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia laii S. Stenroos (1989), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dalla lichenologa taiwanese Ming-You Lai (1949 - 2007).

    Cladonia lepidophora: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia lepidophora Ahti & Kashiw. (1984), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal greco λεπίς, -ίδος, cioè lepìs, -ìdos, che significa squama, scaglia, e φορὸς, cioè phoròs, che significa che porta, che reca con sé, ad indicare la presenza di squamule ben visibili lungo i podezi.

    Cladonia leporina: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia leporina Fr. (1831), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino lepus, -oris, che significa lepre, ad indicare la forma degli apoteci simile al muso di una lepre.

    Cladonia lopezii: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia lopezii S. Stenroos (1989), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal lichenologo venezuelano Manuel López-Figueiras (1915 - vivente).

    Cladonia luteoalba: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia luteoalba A. Wilson & Wheldon (1907), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dagli aggettivi latini luteus, -a, -um, che significa giallo, arancione, e albus, -a, -um, che significa bianco, ad indicare le sfumature e i colori che possono assumere le squamule.

    Cladonia macilenta: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia macilenta Hoffm. (1796), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome deriva dal latino macilentus, cioè magro, smunto, macilento, per l'aspetto.

    Cladonia macilentoides: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia macilentoides Ahti & Fleig (1995), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal suffisso greco οειδής, cioè -oeidès, che significa somigliante, che sembra, a modello di, e sta ad indicare la somiglianza di questa specie con la C. macilenta

    Cladonia macroceras: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia macroceras (Delise) Ahti (1978), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal greco μακρὸς makròs, che significa grande e κέρας kèras, che significa protuberanza, corno ad indicare le rilevanti dimensioni, in proporzione ovviamente, dei soredi, sulla parte terminale degli apoteci.

    Cladonia macrophylla: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia macrophylla (Schaer.) Stenh. (1865), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal greco μακρὸς, makròs, che significa grande e φύλλον, phyllon, che significa foglia, ad indicare la forma fogliacea degli apoteci.

    Cladonia macrophyllodes: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia macrophyllodes Nyl. (1875), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal greco μακρὸς makròs, che significa grande e φύλλον phyllon, che significa foglia, ed il suffisso -odes che proviene dal greco οἴδα, òida, e significa somiglia a, ha l'apparenza di, stando ad indicare la sua somiglianza esteriore con C. macrophylla pur essendo classificati in sezioni diverse.

    Cladonia marionii: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia marionii S. Stenroos (1993), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dall'Isola Marion, la più grande dell'arcipelago delle Isole del Principe Edoardo, nell'Oceano Indiano meridionale.

    Cladonia mauritiana: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia mauritiana Ahti & J.C. David (1995), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dalle isole Mauritius, dove è stata rinvenuta.

    Cladonia maxima: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia maxima (Asahina) Ahti (1978), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dall'aggettivo latino maximus, -a, -um, che significa massimo, più grande, ad indicare le dimensioni in lunghezza che può raggiungere.

    Cladonia mediterranea: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia mediterranea P.A. Duvign. & Abbayes (1947), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal mar Mediterraneo ad indicare l'areale.

    Cladonia merochlorophaea: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia merochlorophaea Asahina (1940), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal greco μέρος, mèros, che significa parte, in parte, χλωρὸς, chloròs, che significa verde, verde-giallognolo, e infine φαιὸς, faiòs, che significa scuro, grigio, fosco, bruno ad indicare il colore degli apoteci.

    Cladonia metacorallifera: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia metacorallifera Asahina (1939), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal prefisso greco μετά-, cioè metà-, che significa a seguire, in seguito, dopo, e il riferimento alla C. corallifera, ad indicare che le ramificazioni, somiglianti a quelle di un corallo, sono molto più squamulose.

    Cladonia metaminiata: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia metaminiata S. Stenroos & Ahti (1995), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal prefisso greco μετά-, cioè metà-, che significa a seguire, in seguito, dopo, e dalla C. miniata, ad indicarne una forma superficialmente simile ma più elaborata.

    Cladonia minarum: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia minarum Ahti (1986), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino minae, -arum, difettivo di singolare, che significa sporgenze, merlature, ad indicare le forme che possono assumere gli apoteci.

    Cladonia miniata: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia miniata G. Meyer, è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dall'aggettivo latino miniatus, -a, -um, che significa tinto di minio, del colore del minio, ad indicare il colore rosso vivo degli apoteci.

    Cladonia multiformis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia multiformis G. Merr., è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino multiformis, che significa dal variabile aspetto, dalle molte forme, ad indicare varietà di presentazioni dell'aspetto esterno, che la rendono confondibile con altre specie.

    Cladonia nana: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia nana Vain. (1894), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino nana, che significa nana, di piccole dimensioni, ad indicarne la forma.

    Cladonia neozelandica: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia neozelandica Vain. (1894), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dalla Nuova Zelanda, dove questa specie è stata scoperta.

    Cladonia nipponica: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia nipponica Asahina (1950), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dall'aggettivo nipponico, ad indicarne la provenienza dal Giappone.

    Cladonia norvegica: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia norvegica Tønsberg & Holien (1984), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino tardo norvegicus, che significa della Norvegia, ad indicare la nazione di primo ritrovamento e di maggior diffusione.

    Cladonia ochrochlora: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia ochrochlora Flörke (1828), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio è composto dal greco ὡχρός ochròs, che significa pallido, giallastro, e χλωρός chloròs, cioè verde-giallognolo, verdeggiante, verde ad indicarne il colore.

    Cladonia parasitica: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia parasitica (Hoffm.) Hoffm. (1796), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino parasiticum, che significa di parassita, relativo al parassitismo, probabilmente ad indicare la sua commensalità con altre specie.

    Cladonia parvipes: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia parvipes (Vain.) S. Stenroos (2000), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino tardo parvipes, composto dall'aggettivo parvus, -a, -um che significa piccolo, di piccole dimensioni, e dal sostantivo pes, pedis, che significa piede, ad indicare la forma dei podezi.

    Cladonia peltastica: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia peltastica (Nyl.) Müll. Arg. (1880), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dall'aggettivo latino peltasticus, -a, -um, che significa relativo ai peltasti, soldati greci armati di πέλτη, cioè pèlte, scudi a forma di mezzaluna ricoperti di cuoio; per metonimia, in questo caso, indicano la forma a mezzaluna degli apoteci.

    Cladonia perforata: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia perforata A. Evans (1952), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dall'aggettivo latino perforatus, -a, -um, che significa perforato, che possiede fori, ad indicare l'aspetto visivo dei podezi.

    Cladonia perlomera: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia perlomera Kristinsson (1970), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Non è chiara l'etimologia del nome proprio di questa specie, che necessiterebbe anche di studi più approfonditi sull'habitat e la diffusione.

    Cladonia pertricosa: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia pertricosa Kremp. (1881), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dall'aggettivo latino pertricosus, -a, -um, che significa intricatissimo, molto imbrogliato, ad indicare le fitte e intricate ramificazioni dei podezi.

    Cladonia petrophila: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia petrophila R.C. Harris (1992), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal greco πετρών, cioè petròn, che significa luogo pietroso, pietraia, e dall'aggettivo φίλος, -η, -ον, cioè phìlos, -e, -on, che significa che predilige, che preferisce, ad indicare l'habitat preferenziale di questa specie.

    Cladonia peziziformis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia peziziformis (With.) J.R. Laundon (1984) è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal greco πὲζος, cioè pézos, che significa che cammina a piedi, alterato attraverso il latino tardo pezica in peziza, con aggiunto il suffisso latino -formis che significa che ne ha la forma, ad indicare la forma degli apoteci leggermente bombata ad imitare un piede.

    Cladonia phyllophora: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia phyllophora Ehrh. ex Hoffm., 1796 è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal greco φύλλον, cioè phyllon, che significa foglia, e φὸρον, cioè phoron, che significa portatore, che porta ad indicare la forma ramificata degli apoteci molto simile a fronde di piccolissime foglioline.

    Cladonia pleurota: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia pleurota (Flörke) Schaer.(1850), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome deriva dal greco πλέυρον, plèuron, cioè costola, per la forma un po' inclinata.

    Cladonia pocillum: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia pocillum (Ach.) O.J. Rich. (1803), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino pocillum, che significa piccola coppa, tazzina, ad indicare la forma degli apoteci.

    Cladonia polycarpoides: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia polycarpoides Nyl. (1894), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal greco πολὺ, cioè poly, che significa molto, in abbondanza, e καρπὸς, cioè carpòs, che significa frutto e οἶδα, cioè òida, che significa simile, che somiglia a, ad indicare che generano molte strutture di aspetto simile a quelle fruttifere alla sommità degli apoteci.

    Cladonia polydactyla: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia polydactyla (Flörke) Spreng., 1827 è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal greco πολύ, cioè poly, che significa molto, e δὰκτυλα, cioè dàktyla, che significa dita ad indicare gli apoteci digitiformi.

    Cladonia portentosa: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia portentosa (Dufour) Coem., 1865 è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome deriva dal latino portentosum, cioè prodigioso, straordinario, portentoso, mostruoso, forse per la folta cespugliosità.

    Cladonia prolifica: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia prolifica S. Hammer & Ahti (1990)., è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino proles, che significa stirpe, prole, discendenza, e facere, che significa produrre, operare, ad indicare la prolificità della specie.

    Cladonia pseudopityrea: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia pseudopityrea Vain. (1887), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal greco ψευδής, cioè pseudés, che significa falso, artefatto, e dal greco πίτυρον, cioè pìtyron, che significa crusca, ad indicare la forma di questo lichene.

    Cladonia pyxidata: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia pyxidata (L.) Hoffm. (1796), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino pyxis, che significa capsula, barattolo, scatola, ad indicare la forma degli apoteci.

    Cladonia ramulosa: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia ramulosa (With.) J.R. Laundon (1984), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino ramulosus, che significa ramoso, con fitte ramificazioni, ad indicare la struttura degli apoteci.

    Cladonia rangiferina: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia rangiferina (L.) Weber ex F.H.Wigg. è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome deriva dal latino tardo rangifer, renna, il cui nome scientifico è Rangifer tarandus, proprio perché questa specie di lichene, insieme alle altre della sezione Cladina è il cibo preferito da questi artiodattili.

    Cladonia rangiformis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia rangiformis Hoffm. (1796), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome deriva dal latino tardo rangiformis, cioè che ha la forma della renna, il cui nome scientifico è Rangifer tarandus, probabilmente perché questa specie di lichene, assomiglia alla C. rangiferina che è il cibo preferito dalle renne.

    Cladonia rei: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    'Cladonia rei' Schaer. (1823) è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales. Secondo alcuni autori, Spier & Aptroot (2007), si tratta di un ceppo di Cladonia subulata, con piccole variazioni nel chimismo.

    Cladonia scabriuscula: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia scabriuscula (Delise) Leight. (1875), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino tardo scabriusculum, diminutivo di scabrosus che significa ruvido, aspro, scabro, ad indicare l'aspetto superficiale degli apoteci.

    Cladonia squamosa: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia squamosa (Scop.) Hoffm. (1796), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino squamosus, che significa ricoperto di squamule, perché la maggior parte delle forme di questa specie ha il tallo quasi interamente ricoperto di squamule.

    Cladonia stellaris: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia stellaris (Opiz) Pouzar & Vezda (1971) è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome deriva dal latino stellaris, stellare, simile ad una stella, per la forma della parte terminale del podezio.

    Cladonia strepsilis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia strepsilis (Ach.) Vain. (1894), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva probabilmente dal greco στρέψις, strèpsis, che significa cambiamento, evoluzione, intreccio, alludendo all'aspetto intrecciato dei podezi.

    Cladonia stygia: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia stygia (Fr.) Ruoss (1985), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino stygius, che significa infernale, mortifero, funesto; non ne è chiaro il motivo.

    Cladonia subcervicornis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia subcervicornis (Vain.) Kernst. (1900), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino subcervicornis, parola composta da sub, che significa in basso, verso il basso, in posizione inferiore; da cervis, cioè cervo e da cornu, cioè corno, ad indicare le ramificazioni che assumono crescendo, simili a corna di cervo.

    Cladonia subulata: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia subulata (L.) Weber ex F.H. Wigg. (1780), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal latino tardo subulatum, che significa che ha la forma di uno scalpello, ad indicare la forma degli apoteci.

    Cladonia sulphurina: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia sulphurina (Michx.) Fr. (1831), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome deriva dal latino tardo sulphurinum, composto da sulphur che significa zolfo e dal suffisso -inum, in funzione di diminutivo, per il colore tendente al giallo che la contraddistingue.

    Cladonia symphycarpa: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia symphycarpa (Flörke) Fr. (1826), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome proprio deriva dal greco σὺμφυσις, cioè symphysis, che significa che crescono insieme, vicini, e dal greco κάρπος, cioè kàrpos, che significa frutto, ad indicare che i soredi fruttificano in gruppo sugli apoteci.

    Cladonia turgida: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia turgida Ehrh. ex Hoffm. (1796), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome deriva dal latino tardo turgidus che significa gonfio, turgido, rigonfiato.

    Cladonia uncialis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia uncialis (L.) Weber ex F.H. Wigg. (1780) è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

    Il nome deriva dal latino uncialis, onciale, per la forte somiglianza fra i talli del lichene e i caratteri curvilinei inclinati della scrittura onciale.

    Cladonia: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladonia P. Browne, Prim. fl. holsat. (Kiliae): 90 (1756).

    Cladonia è un genere di licheni appartenente alla famiglia Cladoniaceae dell'ordine Lecanorales.

    Cladoniaceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladoniaceae è una famiglia di licheni crostacei e squamosi appartenenti all'ordine Lecanorales. È uno dei taxa di licheni più diffusi, potendo riscontrarne in ogni ecosistema e ad ogni latitudine. Il genere caratteristico di questa famiglia è Cladonia, che ne raggruppa le principali caratteristiche: un tallo crostaceo che si sviluppa in squamoso, pur molto imbricato nel substrato, e lo sviluppo di apoteci all'estremità dei podezi. Il podezio cresce perpendicolarmente rispetto al tallo ed è sempre costituito dalle ife del fungo e dalle cellule di un'alga simbionte, aprendosi all'estremità a forma di coppa per formare le ascospore. La riproduzione sessuale ha luogo a partire da soredi e isidi, disseminandosi sotto forma di masse di ife e cellule dell'alga, allo scopo di colonizzare nuovi ambienti. La crescita di queste specie è molto lenta, arrivando a raggiungere un centimetro all'anno.

    Cladosporium herbarum: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladosporium herbarum è un fungo microscopico. È la specie di Cladosporium più comune e rappresenta uno dei primissimi colonizzatori dei substrati organici, delle piante morte o in fase morente, risultando molto frequente nel legno in decomposizione e sul legno esposto al suolo.

    Cladosporium: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cladosporium è un genere di funghi ascomiceti.

    Molte specie di Cladosporium si trovano comunemente su materiale vegetale. Alcune specie sono parassite di piante, altre sono parassite di altri funghi.

    Clathrus ruber: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Il Clathrus ruber (Micheli, 1729) è un fungo tanto curioso quanto comune che appartiene alla famiglia delle Clathraceae.
    Questo particolare fungo, a maturità, secerne una gleba deliquescente di color marrone-verdognola oppure nerastra che emana odore cadaverico abbastanza fastidioso, avvertibile anche a distanza; odore forte ma non al livello di quello del Phallus impudicus o del Phallus hadriani, che è assolutamente insopportabile e chiaramente percepibile anche a molti metri.

    Venne descritto, per la prima volta, nel 1592 da Fabio Colonna, che lo denominò "Fungo lanterna" per la sua particolare forma.

    Se ben conformato in modo regolare, questo fungo a maturazione assume la sorprendente forma geometrica di un icosaedro troncato.

    Clavaria zollingeri: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Clavaria zollingeri, noto anche come corallo violetto, è un fungo basidiomicete della famiglia Clavariaceae.

    Clavariadelphaceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Clavariadelphaceae è una famiglia di funghi basidiomiceti appartenente all'ordine Gomphales. Fu descritta per la prima volta dal botanico britannico E.J.H. Corner nel 1970.

    La famiglia include 2 generi e 26 specie.

    Clavariadelphus pistillaris: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Clavariadelphus pistillaris (L.) Donk, Meded. Bot. Mus. Herb. Rijks Univ. Utrecht 2: 72 (1933).

    La Clavariadelphus pistillaris è una specie molto curiosa a forma di "clava" e conosciuta con l'appellativo volgare di "Mazza d'Ercole" in quanto ricorda l'arma di questo personaggio della mitologia.
    È un fungo che gode di non pochi estimatori nonostante il sapore non molto buono, amarognolo. Alcuni testi lo classificano addirittura non edule; tuttavia non sembra aver mai causato problemi o intossicazioni, ciononostante si raccomanda di non consumarlo crudo.

    Clavariadelphus pistillaris.jpg

    Clavariadelphus truncatus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Clavariadelphus truncatus ((Quél.) Donk 1933) è un fungo basidiomicete facilmente riconoscibile per la sua forma di clava con l'apice tronco.

    Clavariadelphus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Clavariadelphus è un genere di funghi della famiglia delle Gomphaceae.

    Claviceps purpurea: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Claviceps purpurea (Fr.) Tul., 1853 è un ascomicete del genere Claviceps parassita delle graminacee, il cui nome comune è ergot, dall'analogo termine in francese che significa "sperone". Detta specie, infatti, genera nelle piante infette degli sclerozi simili a speroni o spesso, come nel caso della segale, delle escrescenze a forma di corna, da cui anche il nome comune di segale cornuta per indicare il cereale affetto da ergotismo.

    La claviceps purpurea è la specie più studiata e conosciuta per i suoi importanti effetti nella contaminazione di alimenti confezionati con cereali da essa attaccati. Gli speroni della segale cornuta sono corpi fruttiferi del fungo stesso, in cui sono contenuti diversi alcaloidi velenosi o psicoattivi del gruppo delle ergotine (tra cui l'acido lisergico) che hanno vari tipi di effetti su persone e animali che li assumono. Tali alcaloidi, essendo vasocostrittori, compromettono la circolazione; inoltre interagiscono con il sistema nervoso centrale, agendo in particolare sui recettori della serotonina.

    Clavicipitaceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Clavicipitaceae O.E. Erikss., Mycotaxon 15: 224 (1982) è una famiglia di funghi ascomiceti biotrofi e necrotrofi di piante, artropodi ed altri funghi.

    Clavulina amethystina: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Clavulina amethystina (Bull.) Donk, 1933 è un fungo basidiomicete appartenente alla famiglia Clavulinaceae.

    Clavulina cinerea: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Clavulina cinerea (Bull.) J. Schröt., in Cohn, Krypt.-Fl. Schlesien (Breslau) 3(1): 443 (1888).

    La Clavulina cinerea è un fungo appartenente alla famiglia delle Clavulinaceae.

    Clavulina cristata: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Clavulina cristata (Holmsk.) J. Schröt., Krypt.-Fl. Schlesien 3(1): 442 (1888).

    La Clavulina cristata è un fungo appartenente alla famiglia delle Clavulinaceae che viene sovente colonizzata da altro fungo parassita che le conferisce una livrea simile a quella della Clavulina cinerea.

    Clavulinaceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Clavulinaceae (Donk) Donk, Beih. Nova Hedwigia 1(4): 407 (1961)

    Clavulinaceae è una famiglia di funghi basidiomiceti appartenenti all'ordine Cantharellales.

    Clavulinopsis corniculata: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Clavulinopsis corniculata (Schaeff.) Corner 1950 , è un fungo basidiomicete appartenente alla famiglia delle Clavulinaceae.

    Clitocybe geotropa: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano
     src= Esemplare raccolto a Maiorca

    Infundibulicybe geotropa(ex Clitocybe Geotropa)

    (Bull.) Quél., Mém. Soc. Émul. Montbéliard, Sér. 2 2(5): 89 (1872)

    In foto: C.geotropa

    La Clitocybe geotropa è un fungo che merita grande attenzione per le qualità gastronomiche.
    Il micologo Giacomo Bresadola, infatti, ci ha lasciato un suo parere che così recita:

    " ... è uno dei funghi più squisiti e, pel forte aroma che possiede, si può cuocere anche alla maniera dei tartufi, servendosene come di questi per condimento...".
    Clitocybe gibba: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Clitocybe gibba (Pers.: Fr.) Kummer

    La Clitocybe gibba, volgarmente nota come imbutino o cimballina, è un noto fungo commestibile.
    È conosciuta anche con l'appellativo di Clitocybe infundibuliformis ed è molto apprezzato dai cercatori, frammisto ad altri funghi, in quanto trattasi di specie abbastanza comune, di facile reperibilità.

    Clitocybe odora: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Clitocybe odora (Bull.) P. Kumm., Führer Pilzk.: 121 (1871).

    Clitocybe odora

    La Clitocybe odora è un fungo appartenente alla famiglia delle Tricholomataceae, interessante per via dell'odore e del sapore intensi di Anice, anche se non da tutti apprezzato.
    È consigliabile consumarlo frammisto ad altre specie fungine in quanto, a causa del sapore aniseo molto forte, potrebbe dare un certo fastidio; basti pensare che un singolo carpoforo può essere percepito chiaramente in un misto di funghi non esiguo.

    Clitocybe phyllophila: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Clitocybe phyllophila (Pers.) P. Kumm., Führer Pilzk. (Zwickau): 122 (1871).

    Clitocybe sinopica: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Clitocybe sinopica (Pers.: Fr.) Kummer 1871 è un fungo precoce non comune e di non facile reperibilità.

    Clitopilus prunulus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Clitopilus prunulus (Scop.) P. Kumm., Führer für Pilzfreunde (Zwickau): 23, 96 (1871)

    Clitopilus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Clitopilus (Fr. ex Rabenh.) P. Kumm., Führer für Pilzfreunde (Zwickau): 23, 96 (1871)

    Funghi di dimensioni medie, con lamelle decorrenti e rosa. Alcuni autori considerano il genere Clitopilus staccato dal genere Rhodocybe, in cui le spore non hanno costolature meridiane, caratteristica invece presente nei Clitopilus, tuttavia la suddivisione non è così netta.

    Colletotrichum coccodes: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Il Colletotrichum coccodes (Wallr.) S. Hughes, Can. J. Bot. 36: 754 (1958), è un fungo Ascomicete patogeno delle piante, provoca l'antracnosi sulla canapa, sul pomodoro (che diventa nero nella parte colpita) e provoca la malattia "black dot" della patata.

    Colletotrichum gloeosporioides: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Colletotrichum gloeosporioides (Ottone Penzig e Pier Andrea Saccardo|Penz&Sacc.]], 1884) (sin. Gloeosporium olivarum) è un fungo imperfetto il cui stadio perfetto è costituito dall' ascomicete Glomerella cingulata. I funghi del genere Colletotrichum, insieme con il suo stadio perfetto Glomerella, sono tra i principali agenti patogeni delle piante in tutto il mondo.

    Colletotrichum: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Colletotrichum è un genere di funghi ascomiceti. Questi sono noti anche per l'interesse agronomico suscitato dalle numerose colture attaccate da tali organismi.

    Colus hirudinosus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Il Colus hirudinosus (Colus hirudinosus Cavalier & Séchier, 1835), noto come Clatro rosso deforme è un rarissimo fungo basidiomycete di origini tropicali strettamente imparentato con il più famoso e comune Clathrus ruber. Questo particolare fungo cresce principalmente in terreni sabbiosi (non di sabbia marina) o concimati nella stagione autunnale. Il carpoforo è inizialmente rinchiuso nel velo generale a forma di uovo, grande circa 2 centimetri di diametro (che ha colore biancastro) permanente nel fungo adulto come volva, con ife micelari biancastre con ife miceliari biancastre che lo collegano al substrato di crescita. Con lo sviluppo l'esoperidio si presenta in forma allungata, fino a 3–4 cm di altezza, con una serie di rami ascendenti di colore rosa-aranciato sempre più carico che partono da un gambo comune, all'interno della volva, e confluiscono in una zona apicale a forma di disco a maglie strette, di colore rossastro-rosso scuro, ricoperto dalla gleba deliquescente verdastro-oliva-nerastra, con odore repellente per attirare gli insetti che contribuiscono così alla dispersione delle spore. La carne è fragile, porosa, biancastra, con odore nauseante di feci.

    Ad un esame sommario può essere confuso con Clathrus ruber, di taglia maggiore e ben diverso per la conformazione dell'esoperidio. Scoperto nel 1835 da due micologi, Colus hirudinosus è l'unico fungo al mondo ad avere questa forma così particolare. La principale attrattiva di questo particolarissimo fungo è l'aspetto, unico tra i miceti che a taluni sembra gradevole mentre alla maggior parte della gente sembra orribile.

    Riconoscibile per il suo fetore di carogna o di feci e la sua forma che a maturità ricorda due palle sovrapposte, una grossa in fondo e una più piccola in alto. Questo fungo è presente in Europa e nel Nord America grazie a scambi involontari di spore, soprattutto nei tessuti e nelle stoffe in genere. Sorretto da un gambo rosso questo fungo è coperto da una bava brunastra molto attraente per gli insetti che diffondono le sue spore.

    I rossi rami fusi, la struttura a doppia palla bucata e la concentrazione dell'imenio nella parte superiore ne fanno uno dei funghi più strani del mondo.

    Coniophoraceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Coniophoraceae Ulbr., 1928 è una famiglia di funghi basidiomiceti appartenente all'ordine Boletales.

    Coniothyrium: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Coniothyrium è un genere di funghi Ascomiceti.

    Conocybe: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Conocybe Fayod, Annls Sci. Nat., Bot., sér. 7 9: 357 (1889). è un genere di funghi che comprende circa 245 specie.

    Si tratta di funghi con una carne poco consistente, gambi sottili e fragili, cappelli a forma di cono o campanulati. I Conocybe crescono su prati erbosi, muschio e legno morto, generalmente preferiscono i suoli fertili dei pascoli e si trovano in tutto il mondo.

    Le specie di Conocybe che presentano il velo parziale ben sviluppato sono state collocate nel sottogenere Pholiotina..

    Simili ai funghi del genere Galerina, i Conocybe si possono distinguere dal punto di vista microscopico per la trama cellulare del cappello che nel genere Galerina è filamentosa e intrecciata mentre in Conocybe ha una forma che assomiglia ad una pavimentazione a ciottoli.

    Alcune specie di Conocybe (Conocybe kuehneriana, Conocybe siligineoides, Conocybe cyanopus e Conocybe smithii) contengono sostanze allucinogene, psilocina e psilocybina.

    Il Conocybe siligineoides era usato per riti shamanici dai Mazatechi di Oaxaca.

    Il Conocybe filaris contiene, invece, alcune tossine mortali come l'Amanita phalloides.

    Coprinellus xanthothrix: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Coprinellus xanthothrix (Romagn.) Vilgalys, Hopple & Jacq. Johnson, 2001 è un fungo basidiomicete della famiglia Psathyrellaceae.

    Coprinellus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Coprinellus P. Karst., Bidrag till Kännedom af Finlands Natur och Folk 32: XXVIII, 542 (1879).

    Il genere Coprinellus è un gruppo di funghi che fino ad oggi erano classificati nel genere Coprinus.

    Basandosi su dati molecolari e filogenetici, il genere Coprinus è stato diviso e il Coprinellus, insieme ai generi Coprinopsis, Parasola e Psathyrella è stato collocato nel 2001 nella nuova famiglia delle Psathyrellaceae (Singer) Vilgalys, Moncalvo & Redhead [1].

    Coprinopsis gonophylla: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Coprinopsis gonophylla (Quél.) Redhead, Vilgalys & Moncalvo, 2001 è un fungo basidiomicete della famiglia delle Psathyrellaceae.

    Coprinopsis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Coprinopsis P. Karst., Acta Societatis pro Fauna et Flora Fennica 2(1): 27 (1881).

    Il genere Coprinopsis è un gruppo di funghi che fino ad oggi erano classificati nel genere "Coprinus".

    Basandosi su studi filogenetici fatti da Redhead ed altri, il genere Coprinus è stato diviso e il Coprinopsis, insieme ai generi Coprinellus, Parasola e Psathyrella è stato collocato nel 2001 nella nuova famiglia delle Psathyrellaceae (Singer) Vilgalys, Moncalvo & Redhead [1].

    Coprinus angulatus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Coprinus angulatus Peck, Twenty-Sixth Annual Report of the New York State Museum, 26: 60 (1874)

    Coprinus atramentarius: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Coprinus atramentarius (Bull.) Fr., Epicrisis systematis mycologici (Uppsala): 243 (1838)

    Coprinus atramentarius JPG.jpg

    Il Coprinus atramentarius è un fungo particolare che in passato veniva usato per la produzione dell'inchiostro.

    Coprinus comatus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Il Coprinus comatus (O.F. Müll.), appartenente alla famiglia delle Coprinaceae, è uno dei pochi funghi commestibili del genere Coprinus. Il colore bianco del carpoforo, le numerose squame sul cappello, la taglia slanciata e spesso assai sviluppata (se confrontata ai suoi congeneri), ed il gambo leggermente più ingrossato alla base rendono questa specie facilmente identificabile. Da adulto la carne diventa deliquescente e spesso è possibile osservare del liquido nero che sgocciola dal cappello; per tale motivo questa specie, unitamente al Coprinus atramentarius, viene appellata "fungo dell'inchiostro".

    Coprinus disseminatus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Coprinus disseminatus (Pers.:Fr.) S.F. Gray, A Natural Arrangement of British Plants (London) 1: 634 (1821)

    Il Coprinus disseminatus è un fungo molto comune che nasce quasi sempre dopo abbondanti piogge e che dura al massimo qualche giorno.

     src= Una famigliola su un ceppo marcescente
    Coprinus ellisii: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Coprinellus ellisii (P.D. Orton) Redhead, Vilgalys & Moncalvo, 2001 è un fungo basidiomicete della famiglia delle Psathyrellaceae.

    Coprinus micaceus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Coprinus micaceus (Bull.) Fr., Epicrisis systematis mycologici (Uppsala): 247 (1838) [1836]

    Il Coprinus micaceus è un fungo invernale-primaverile assai diffuso, anche nei parchi urbani.
    È una specie che cresce con grande rapidità ed altrettanto rapidamente sparisce per via della carne esigua ed altamente deperibile (diventa deliquescente anche in meno di 24 ore).

    Coprinus niveus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Coprinus niveus (Pers.) Fr., Epicrisis Systematis Mycologici (Upsaliae): 247 (1838).

    Coprinus picaceus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Coprinus picaceus (Bull.: Fr.)

    Spechttintlinge Herbstwald.jpg

    Il Coprinus picaceus è la specie di dimensioni maggiori nel genere Coprinus. Non è una specie molto conosciuta, ma molti lo reputano uno dei funghi più belli; sicuramente non passa inosservato, anche perché piuttosto comune.

    Coprinus plicatilis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Coprinus plicatilis (Curtis) Fr., Epicrisis systematis mycologici (Uppsala): 252 (1838) [1836]

    Coprinus sterquilinus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Coprinus sterquilinus (Fr.) Fr., Epicrisis systematis mycologici (Uppsala): 242 (1838) [1836]

    Coprinus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Coprinus Pers., Tentamen Dispositionis Methodicae Fungorum 62 (1797).

    Al genere Coprinus appartengono funghi saprofiti, melanosporei di dimensione variabile, fragili e poco carnosi che crescono su letame o su terreni ricchi di sostanze organiche.

    Al genere appartengono una cinquantina di specie di cui solo alcune commestibili.
    Alcune specie come il Coprinus atramentarius ed il Coprinus micaceus, se consumate assieme a bevande alcoliche, provocano problemi cardiovascolari (sindrome coprinica) con effetti che si presentano anche a distanza di alcuni giorni.

    La specie di taglia più grossa è il Coprinus picaceus, riconoscibile per il cappello scuro ornato da larghe placche biancastre; può raggiungere dimensioni ragguardevoli, in casi molto rari anche fino a 40 cm di lunghezza (la lunghezza media è di 20–30 cm) Il C. picaceus non è commestibile e si ritiene possa scatenare anch' esso la suddetta sindrome se consumato con bevande alcoliche; comunque l'odore è spesso repellente (fecale) e ciò scoraggia anche i micofagi più incalliti.

    Cordyceps militaris: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cordyceps militaris (L.) Fr., 1818 è un fungo appartenente alla famiglia delle Cordycipitaceae.

    Corticiaceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Corticiaceae Herter, 1910 è una famiglia dell'ordine Corticiales.

    Cortinariaceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cortinariaceae (Fayod) R. Heim ex Pouzar [nom. cons.], Ceská Mykologie 37: 174 (1983).

    Cortinariaceae è una famiglia piuttosto ampia ed eterogenea. Vi appartengono funghi con le seguenti caratteristiche.

    Cortinarius anomalus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cortinarius anomalus (Fr.) Fr., 1838 è un fungo appartenente alla famiglia Cortinariaceae.

    Cortinarius anthracinus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cortinarius anthracinus (Fr.) Fr., Epicrisis systematis mycologici (Uppsala): 288 (1838)

    Cortinarius caperatus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cortinarius caperatus (Pers.) Fr., Epicr. syst. mycol. (Upsaliae): 256 (1838) [1836-1838]

    Cortinarius caperatus è un basidiomicete appartenente alla famiglia delle cortinariaceae. Questo fungo buon commestibile e ben apprezzato in cucina, cresce in estate-autunno in boschi di conifere e latifoglie. Per via di alcune caratteristiche morfologiche peculiari è stato per molto tempo ascritto al genere a sé stante Rozites (Rozites caperatus (Pers.) P. Karst.). Le più recenti classificazioni, che tengono conto anche dei dati genetici, lo hanno però reintrodotto nel genere Cortinarius.

    Cortinarius cinnabarinus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cortinarius cinnabarinus Fr., Epicrisis systematis mycologici (Uppsala): 287 (1838).

    Il Cortinarius cinnabarinus è una specie abbastanza facile da determinare per i suoi caratteri cromatici ed il suo habitat preferito.

    Cortinarius cinnamomeus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cortinarius cinnamomeus (L.) Fr., Epicrisis Systematis Mycologici (Uppsala): 288 (1838).

    Cortinarius collinitus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cortinarius collinitus (Pers.) Fr., Epicrisis systematis mycologici (Uppsala): 274 (1838) [1836].

    Cortinarius cumatilis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cortinarius cumatilis Fr., Epicrisis Systematics Mycologici (Upsaliae): 269 (1838).

    Il Cortinarius cumatilis è un fungo molto vicino al Cortinarius praestans e si riconosce per il colore violaceo del cappello, le lamelle biancastre, il portamento robusto e l'habitat sotto conifere.

    Cortinarius glaucopus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cortinarius glaucopus (Schaeff.) Fr., 1838 è un fungo della famiglia Cortinariaceae un tempo appartenente ad un gruppo di cortinari eduli ben noti con l'appellativo di "Phlegmacium"; a tutt'oggi lo stesso è annoverato nel sottogenere Bulbopodium.
    Il fungo in questione presenta una grossa variabilità, senza tuttavia perdere però le sue caratteristiche morfologiche principali e la sua buona commestibilità.

    Cortinarius mucosus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cortinarius mucosus (Bull.) Cooke, Fl. Crypt. Flandres 1: 191 (1867).

    Cortinarius orellanus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cortinarius orellanus Fr. in Bidaud, Henry, Moënne-Loccoz & Reumaux, Epicrisis Systematis Mycologici (Upsaliae): 288 (1838).

    Il Cortinarius orellanus è un fungo mortale tardo autunnale, un po' raro in Italia ma fedele ai luoghi di crescita.
    Considerato fino ad alcuni decenni fa un fungo commestibile, si è rivelato solo di recente una specie mortale a causa di un avvelenamento di massa verificatosi in Polonia che ha causato numerosi decessi; ciò ha permesso di scoprire la tossina in esso contenuta (Orellanina) i cui effetti sui reni si manifestano anche dopo 14 giorni di incubazione.

    Cortinarius rubellus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cortinarius rubellus Cooke, 1887 (molto noto anche con il sinonimo Cortinarius speciosissimus) è un fungo basidiomicete della famiglia Cortinariaceae, uno dei funghi mortali più pericolosi che esistano; cresce dall'estate fino al tardo autunno, è abbastanza diffuso nell'Italia settentrionale; quasi introvabile nel centro-sud Italia.

    Cortinarius rufo-olivaceus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cortinarius rufo-olivaceus (Pers.) Fr., Epicrisis Systematis Mycologici (Upsaliae): 268 (1838).

    Cortinarius salor: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cortinarius salor Fr., Epicrisis Systematis Mycologici (Upsaliae): 276 (1838).

    Cortinarius sanguineus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cortinarius sanguineus (Wulfen) Fr., Epicr. syst. mycol. (Upsaliae): 288 (1838) [1836-1838]

    Il Cortinarius sanguineus è un basidiomicete appartenente alla famiglia delle cortinariaceae, tossico e dal caratteristico colore che varia dal rosso-sangue al bruno-rosso. Non è infrequente incontrarlo nei boschi montani di conifere, in zone umide.

    Cortinarius semisanguineus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cortinarius semisanguineus (Fr.) Gillet, è un fungo basidiomicete considerato velenoso che ha le stesse caratteristiche del Cortinarius orellanus, e se consumato provoca effetti mortali anche dopo diverso tempo dalla sua ingestione.

     src= Cortinarius semisanguineus
    Cortinarius splendens: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Il Cortinarius Splendens Rob. Henry 1939 è un fungo che nasce sotto le Latifoglie nei periodi da settembre in poi; ha un bel colore giallo e arancione nel cappello e le lamelle giallo oro.

    Data la sua somiglianza si confonde con il Tricholoma equestre dapprima commestibile ed ora sotto osservazione per vari casi di avvelenamento con esito mortale in Francia.

    Cortinarius trivialis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cortinarius trivialis J.E. Lange, Fl. Agaric. Danic. 5: Ill (1940).

    Cortinarius variicolor: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cortinarius variecolor (Pers.) Fr., Epicrisis Systematis Mycologici (Upsaliae): 259 (1838).

    Cortinarius violaceus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cortinarius violaceus (L.) Gray, A Natural Arrangement of British Plants (London): 217 (1821).

    Cortinarius violaceus 01.jpg

    Il Cortinarius violaceus è una specie inconfondibile per il colore violaceo uniforme, per l'aspetto vellutato della cuticola del cappello ed il particolare odore.

    Cortinarius: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano
     src= Cortinarius varius: cortina in evidenza

    Il Cortinarius (Pers.) Gray, 1821, è un genere a cui appartengono oltre 500 specie di funghi con taglia molto variabile, raggruppati in vari sottogeneri.
    Per la grande variabilità e la somiglianza dei funghi appartenenti a questo genere, spesso le differenze sono minime ed accertabili solo tramite le reazioni macrochimiche che, pertanto, assumono un ruolo determinante per l'identificazione di ogni singola specie.
    Questo genere annovera poche specie eduli mentre vi sono moltissime specie senza valore alimentare e molte specie velenose, più alcune specie mortali: pertanto il consumo di cortinari è sconsigliato a chiunque non li conosca in maniera approfondita.

    Coryneum: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Coryneum è un genere di funghi ascomiceti. Molte specie sono parassite di piante.

    Craterellus cornucopioides: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Craterellus cornucopioides (L.) Pers., Mycol. eur. (Erlanga) 2: 5 (1825).

    Il Craterellus cornucopioides, chiamato comunemente trombetta dei morti, è un fungo basidiomicete parente stretto dei più ben noti Cantharellus, o finferli, presente nei boschi e nelle foreste di latifoglie decidue dell'Appennino, specie quello centro-settentrionale, e delle Alpi. Cresce in boschi di faggio e altre latifoglie decidue, raramente sotto conifere pure. Si usa come essiccato e polverizzato per condimenti o consumato fresco.

    Crepidotus mollis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Crepidotus mollis (Schaeff.) Staude, Schwämme Mitteldeutschl. 25: 71 (1857)

    Il Crepidotus mollis è un fungo appartenente alla famiglia delle Cortinariaceae.

    Cryphonectria parasitica: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano
    Chestnut blight on tree in Adams County Ohio.jpg

    Cryphonectria parasitica è un fungo Ascomycota appartenente all'ordine delle Diaporthales. È un organismo omotallico sebbene la formazione dei periteci sia in massima parte dovuta all'incrocio di ceppi con polarità sessuale opposta. È agente del cancro corticale del castagno.

    C. parasitica è segnalato come patogeno sui generi Castanea e Quercus, sebbene su quest'ultimo non sia causa di gravi danni. È comunque un parassita primario capace di attaccare piante vigorose penetrando attraverso qualsiasi tipo di ferita. I periodi migliori per l'instaurarsi dell'infezione sono la tarda primavera e fine estate-autunno, sia per una maggiore predisposizione della pianta che per le più adatte condizioni di temperatura e umidità dell'ambiente. C. parasitica infatti mostra una temperatura ottimale di crescita intorno ai 27 °C pur mantenendo una buona capacità di sviluppo tra i 15 e i 32 °C. Una volta nella pianta il fungo invade i tessuti corticali fino al legno espandendosi con un micelio color crema con tipico margine a ventaglio. Dai tessuti necrotizzati erompono abbondanti cuscinetti stromatici color arancio all'interno dei quali il parassita differenzia le strutture riproduttive sessuate, i periteci, contenenti aschi con ascospore bicellulari, e asessuate, i picnidi, contenenti conidi unicellulari ialini. Tali propaguli sono preposti alla diffusione del fungo nell'ambiente tramite vettori quali il vento, responsabile della dispersione su grandi distanze delle ascospore, l'acqua, gli insetti, gli acari, le lumache, gli uccelli e i mammiferi responsabili delle dispersione su scala locale dei conidi. C. parasitica presenta una spiccata attitudine saprofitaria, riuscendo a sopravvivere in tessuti legnosi morti sulla pianta o sul terreno anche per diversi anni. Tale attitudine deve essere presa in dovuta considerazione nelle strategie di lotta alla malattia indirizzate all'abbattimento dell'inoculo.

    Chestnut blight.jpg

    Un aspetto importante della genetica di questo fungo con importanti conseguenze sulle possibilità di lotta alla malattia che esso causa, riguarda il numero di loci che governano la compatibilità vegetativa e cioè la capacità di due individui di "fondersi" insieme e scambiarsi materiale e organuli citoplasmatici. Nelle popolazioni di C. parasitica in Europa sono stati identificati 6 loci i quali identificano 64 gruppi di compatibilità vegetativa, individuati da genotipi compatibili tra di loro ma non, o non completamente, con genotipi appartenenti ad altri gruppi di compatibilità (Cortesi e Milgroom, 1998). Non è da escludere tuttavia la presenza di un numero maggiore di gruppi di compatibilità in Europa.

    È stata inserita nell'elenco delle 100 tra le specie esotiche invasive più dannose al mondo.

    Cryphonectria: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cryphonectria è un genere di funghi Ascomiceti.

    Cryptococcus neoformans: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cryptococcus neoformans è un fungo patogeno opportunista ubiquitario, agente eziologico della criptococcosi.

    È presente sia in piante che animali, e si ritrova facilmente nel terreno arricchito da feci di piccione (var. neoformans) o nell'humus arricchito di foglie e rami di Eucalyptus camaldulensis (var. gattii).

    Cyclocybe aegerita: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cyclocybe aegerita (V. Brig.) Vizzini, 2014 (dal greco aigeros = pioppo, per il suo habitat preferenziale), volgarmente conosciuto come Piopparello oppure Pioppino, è uno dei più gustosi, profumati e apprezzati funghi commestibili. Trattasi di una specie saprofita piuttosto adattabile che si presta molto bene alla coltivazione artificiale, su ceppi di latifoglie (es. pioppo o sambuco) parzialmente interrati e umidi, ma non bisogna allagare il terreno circostante in quanto un eccesso di acqua può inibire completamente la formazione dei carpofori.

    Cylindrocarpon: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Neonectria Wollenw., 1917 è un genere di funghi ascomiceti. Alcune specie sono importanti parassiti di piante.

    Cylindrosporium: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cylindrosporium Grev., 1822 è un genere di funghi ascomiceti.

    Cyphellaceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cyphellaceae Lotsy, 1907 è una famiglia di funghi basidiomiceti appartenente all'ordine Agaricales.

    Cystoderma: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cystoderma Fayod, Annls Sci. Nat., Bot., sér. 7 9: 350 (1889)

    Il genere Cystoderma fu creato da Fayod nel 1889 per includere funghi collocati in precedenza da Fries tra i Lepiota. Nel 1945 Smith and Singer realizzarono una monografia del genere ricognizzando 40 specie.

    In esso sono incluse specie di taglia relativamente piccola (1,5 - 8 cm) caratterizzate da sporata bianca, lamelle annesse, gambo non separabile dal cappello.

    Una caratteristica macroscopica per il velo generale granuloso i cui residui permangono come punteggiature sulla cuticola del cappello e sul gambo che appare inguainato da un astuccio dalla base fino all'anello che rappresenta, appunto, il termine della guaina.

    I colori dei carpofori vanno dal rosso, rossastro-marrone, porpora- marrone, arancio- marrone al giallo o crema-biancastro.

    Non si è a conoscenza di specie tossiche in questo gruppo, in ogni caso, poiché molte hanno taglia troppo piccola o sono troppo rare, non hanno interesse alimentare.

    Le caratteristiche distintive delle specie di Cystoderma sono tuttavia connesse a caratteri microscopici e pertanto non è possibile un esatto riconoscimento senza aver effettuato test macrochimici o analisi microscopiche.

    Cystostereaceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cystostereaceae Jülich, 1982 è una famiglia di funghi basidiomiceti appartenente all'ordine Polyporales.

    Cytospora: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cytospora è un genere di funghi ascomiceti.

    Cytosporina citriperda: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cytosporina citriperda è un fungo ascomicete. Colpisce i frutti di mandarino, su cui provoca il cosiddetto mal di terra.

    Cytosporina: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Cytosporina è un genere di funghi ascomiceti.

    Cyttaria harioti: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Il Pan dell' Indio (Cyttaria harioti) è un fungo appartenente al genere Cyttaria.

    Dacrymycetaceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Dacrymycetaceae J. Schröt., 1888 è l'unica famiglia dell'ordine Dacrymycetales.

    Dacrymycetales: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Dacrymycetaceae J. Schröt., 1888 è l'unica famiglia dell'ordine Dacrymycetales.

    Daedalea quercina: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Daedalea quercina (L.) Pers., 1801 è un fungo legnoso appartenente alla famiglia Fomitopsidaceae, come suggerisce il suo nome, è un fungo parassita unico, abitante delle querce. Si tratta di un particolare fungo poliporo con i pori come pori di superficiali fitti e molto intricati, labirintici, da biancastri a grigio marrone. La carne è dura e di colore che va dal biancastro al bruno. Daedaleopsis confragosa è simile, ma il suo labirinto di pori ha la superficie meno regolare, pareti sottili, e di solito ammaccature rossastre. Lenzites betulina ha la superficie simile.

    Daedalea: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Daedalea Pers., 1801 è un genere di funghi basidiomiceti della famiglia Fomitopsidaceae.

    Daedaleopsis confragosa: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Daedaleopsis confragosa ((Bolton) J. Schröt., in Cohn, Krypt.-Fl. Schlesien (Breslau) 3(1): 492 (1888)) è una specie di funghi.

    Daedaleopsis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Daedaleopsis J.Schröt., in Cohn, Krypt.-Fl. Schlesien (Breslau) 3(1): 492 (1888).

    Daedaleopsis è un genere di funghi Basidiomiceti appartenenti alla famiglia Polyporaceae.

    Daldinia: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Daldinia Ces. & De Not., 1863 è un genere di funghi appartenente alla famiglia Xylariaceae.

    Deuterophoma: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Deuterophoma è un genere di funghi imperfetti appartenente ai Coelomycetes. Secondo l'EPPO Plant Protection Thesaurus, il genere si può ricondurre agli ascomiceti.

    Diaporthe: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Diaporthe è un genere di funghi Ascomiceti.

    Dimorphotricha: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Dimorphotricha è un genere di funghi nella famiglia degli Hyaloscyphaceae. È un genere monotipico, contenendo solo la specie Dimorphotricha australis.

    Diplocarpon rosae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Diplocarpon rosae F.A. Wolf, Bot. Gaz. 54: 231 (1912), è un fungo ascomicete. È l'agente patogeno causa una micopatia tipica della rosa. Presenta due forme una asessuata o conidica e una sessuata. Il ciclo biologico si svolge sulla rosa. Nei mesi invernali si conserva come acervulo (forma agamica) sulle foglie infettate. Si manifesta in primavera con macchie nerastre sulla pagina superiore delle foglie che possono evolvere fino a provocare la filloptosi precoce.

    Diplocarpon: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Diplocarpon è un genere di funghi ascomiceti. Comprende diverse specie parassite di piante.

    Disciotis venosa: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Disciotis venosa (Pers.) Arnould, Bulletin de la Société Mycologique de France 9: 111 (1893).

    Disciotis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Disciotis Boud., Bulletin de la Société Mycologique de France 1: 100 (1885).

    Disciotis è un genere di funghi ascomiceti appartenente alla famiglia Morchellaceae.

    Dothideomycetes: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Dothideomycetes O.E. Erikss. & Winka, 1997 è una classe di funghi ascomiceti (sottodivisione Pezizomycotina). Si divide in 3 sottoclassi e comprende 11 ordini, 90 famiglie, 1.300 generi e circa 19.000 specie.

    Le specie di funghi che appartengono a questa classe sono eterogenee e comprendono funghi saprofiti, parassiti di piante, funghi che formano micorrize, funghi lichenizzati, funghi terrestri, funghi acquatici, ecc. A questa classe appartengono importanti specie patogene di piante che sono studiate dalla patologia vegetale.

    Elaphomyces: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano
     src= Spore di E. granulatus

    Il genere Elaphomyces Nees, Syn. pl. mycet.: 68 (1820) comprende poco meno di 25 specie europee ipogee appartenenti alla classe degli Ascomiceti, con spore per lo più bruno-violacee, bruno scure, sferoidali.

    Gli ascocarpi, che non superano di solito 3–4 cm di diametro, hanno forma sferoidale-globulosa, sovente con gibbosità, ed un peridio a doppio strato; il colore varia da ocraceo a bruno fuligginoso.

    Gli Elaphomyces non godono di molta stima dal punto di vista alimentare, anche se alcune specie vengono regolarmente consumate.

    Elaphomycetaceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Elaphomycetaceae Tul. ex Paol., in Saccardo, Sylloge fungorum (Abellini) 8: 863 (1889).

    Elaphomycetaceae è una famiglia di funghi ascomiceti appartenente all'ordine Eurotiales.

    Vi appartengono funghi ipogei più o meno globosi, con una scorza esterna (peridio) spessa e robusta, carne (gleba) più o meno compatta, che a maturità diventa nera e pulverulenta.

    Entoloma clypeatum: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Entoloma clypeatum (L.) P. Kumm. è un fungo commestibile appartenente al genere Entoloma.

    Entoloma hirtipes: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    L'Entoloma hirtipes (Schumach.) M.M. Moser, 1978 è una specie di fungo velenoso appartenente alla famiglia Entolomataceae.

    Entoloma hochstetteri: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Entoloma hochstetteri (Reichardt) G. Stev. 1962 è un fungo basidiomicete della famiglia delle Entolomataceae. È una specie di fungo della Nuova Zelanda e dell'India. Il piccolo fungo ha un caratteristico colore azzurro, mentre le lamelle hanno una sottile tinta rossastra dovuta alle spore. La colorazione azzurra del fungo è dovuta a pigmenti di azulene. L'Entoloma hochstetteri non è commestibile, ma non si sa se sia velenoso o meno.

    Entoloma sinuatum: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Entoloma sinuatum (Bull.) P. Kumm., Führer für Pilzfreunde (Zwickau): 23, 97 (1871).

    Bel fungo molto diffuso ma altrettanto pericoloso, in Francia l'Entoloma sinuatum è chiamato "la perfide" ("il perfido") proprio per il suo aspetto accattivante e la facile confondibilità con il sosia l'agarico nebbioso (diffusamente consumato e ritenuto commestibile, ma causa anch'esso di avvelenamenti per accumulo delle tossine). È più conosciuto con il sinonimo di Entoloma lividum.

    Entoloma: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Entoloma (Fr. ex Rabenh.) P. Kumm., 1871 è un genere di funghi basidiomiceti appartenente alla famiglia Entolomataceae.

    Vi appartengono funghi di dimensioni medie o medio-grandi, molti dei quali sono commestibili, alcuni apprezzati particolarmente perché nascono in primavera (Entoloma aprile, Entoloma clypeatum ecc. ecc.); alcune specie sono velenose come Entoloma sinuatum (= E. lividum), molto velenoso, anche mortale.

    Quest'ultima specie è responsabile del maggior numero degli avvelenamenti, per lo più non mortali (a seconda della quantità ingerita); questo perché la stessa viene spesso fatalmente confusa con la Clitocybe nebularis, commestibile con cautela.

    Il cappello è biancastro od ocra-grigiastro, grigio; il gambo è più chiaro; le lamelle sono rosa a maturità, le spore in massa sono rosa di forma poligonale.

     src= Entoloma minutoalbum
    Entolomataceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Entolomataceae Kotl. & Pouzar 1972 è una famiglia dell'ordine Agaricales.

    A questa famiglia appartengono specie dalle spore color rosa di intensità più o meno variabile.

    Epitheliaceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Le poliporacee (Polyporaceae Fr. ex Corda, 1839) costituiscono una famiglia comprendente specie di funghi molto eterogenei dell'ordine Polyporales.

    Erysiphaceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Le Erisifàcee (Erysiphaceae), dal greco antico ruggine (del grano), sono una famiglia di funghi ascomiceti, appartenente alla classe Leotiomycetes.

    Eutypa lata: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Eutypa lata è un fungo ascomicete (anamorfo: Libertella blepharis) responsabile dell’eutipiosi, una malattia della vite e di altre piante legnose. I sintomi si manifestano fin dalle prime fasi vegetative con indebolimento e deformazione di germogli e foglie. L'infezione progredisce fino a portare la pianta alla morte entro 3-4 anni.

    Eutypella parasitica: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Eutypella parasitica è un fungo patogeno vegetale.

    Exidiaceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Exidiaceae R.T. Moore, 1978 era una famiglia (ora obsoleta) di funghi della classe Tremellomycetes.

     src= Guepinia rufa
    Exsudoporus frostii: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Exsudoporus frostii (J.L. Russell) Vizzini, Simonini & Gelardi è un fungo appartenente alla famiglia Boletaceae. È diffuso nell'est degli Stati Uniti, dal Maine a Georgia e Arizona, a sud fino al Messico e Costa Rica. È una specie micorrizica e i corpi fruttiferi possono essere trovati soprattutto in boschi di querce.

    Questi funghi si riconoscono per il cappello scuro e appiccicoso, i pori rossi, il motivo reticolato sul gambo e per la carne che vira al blu quando danneggiata. Una caratteristica degli esemplari giovani sono le gocce color ambra che trasudano dalla superficie dei pori.

    Anche se è considerato commestibile, il consumo ne è solitamente sconsigliato perché può essere confuso con altri boleti con i pori rossi e la carne che vira al blu.
    Exsudoporus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Exsudoporus Vizzini, Simonini & Gelardi, 2014 è un genere di funghi appartenente alla famiglia Boletaceae. Il nome deriva dal verbo latino exsudare, in riferimento alle gocce che trasudano dalla superficie dei pori negli esemplari giovani.

    Fistulina hepatica: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    La Fistulina hepatica è l'unica specie del genere Fistulina in Europa, appartiene ai basidiomiceti e presenta sporata color rosa. È sessile ed ha l'imenio con tubuli facilmente separabili.

    È un fungo ricercatissimo in alcune zone d'Italia, mentre è sconosciuto in altre. Spesso appellato col nominativo di "lingua di bue", è consumato prevalentemente crudo, tagliato a pezzettini con l'insalata.

    Fistulina: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Fistulina Bull., 1791 è un genere di funghi basidiomiceti della famiglia Fistulinaceae.

    Fistulinaceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Le fistulinacee (Fistulinaceae Lotsy, 1907) compongono una famiglia di funghi basidiomiceti appartenente all'ordine Agaricales.

    Flammulina velutipes: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Flammulina velutipes (Curtis) Singer, Lilloa 22: 307 (1951) [1949].

    Flammulina velutipes IMG 1038.jpg

    La Flammulina velutipes (o Collybia velutipes) è un fungo invernale che si sviluppa a gruppi cespitosi, saprofita ma anche parassita di latifoglie o più raramente di conifere.

    Flavoparmelia caperata: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Flavoparmelia caperata (L.) Hale, Mycotaxon 25(2): 604 (1986).

     src= Flavoparmelia caperata pagina inferiore del tallo

    Flavoparmelia caperata (L.) Hale, è un lichene che colonizza prevalentemente le cortecce degli alberi. Occasionalmente lo si rinviene su roccia. È una specie molto comune e con ampia diffusione.

    Fomes fomentarius: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Fomes fomentarius (L.) J.Kickx f., Fl. Crypt. Flandres: 237 (1867) è un fungo non commestibile della famiglia delle Polyporaceae.

    Fomitopsidaceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Le fotimopsidacee (Fomitopsidaceae Jülich, 1982) compongono una famiglia di funghi basidiomiceti appartenente all'ordine Polyporales.

    Fomitopsis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Fomitopsis P. Karst., Meddn Soc. Fauna Flora fenn. 6: 9 (1881).

    Fomitopsis è un genere di funghi basidiomiceti appartenente alla famiglia Fomitopsidaceae.

    Fungi: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    I funghi (Fungi, L. 1753, dal latino) o miceti (dal greco μύκης, mykes) sono un regno di organismi eucarioti, unicellulari e pluricellulari a cui appartengono anche i lieviti e le muffe. Il regno comprende più di 100.000 specie conosciute, benché la diversità sia stata stimata in più di 3 milioni di specie.

    Classificati scientificamente da Linneo come Piante, i funghi sono stati poi elevati al rango di regno da Nees nel 1817 e da Whittaker nel 1968. Altri organismi storicamente classificati come funghi sono tuttora di classificazione incerta: Thomas Cavalier-Smith ha proposto un sesto regno, Chromista, comprendente le classi dei Hyphochytridiomycetes e Oomycetes. I moderni studi molecolari hanno contribuito a produrre un ordinamento sistematico più obiettivo, basato sulla filogenesi, che promette un maggior grado di stabilità.

    La disciplina che studia i funghi si chiama micologia.

    Fusarium oxysporum: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Il Fusarium oxysporum è un fungo parassita saprofita (ovvero un fungo che si nutre di sostanze organiche morte), che attacca diverse piante di una certa rilevanza commerciale, tra cui l'erba medica, il pomodoro ed il banano. Genera una malattia nota come tracheomicosi. Esistono circa 120 sottospecie (forme speciales) di questo parassita, ognuna delle quali colpisce in maniera selettiva una specie ospite e non ha alcun effetto su altre specie. Le varie sottospecie sono distinte fisiologicamente, ma restano difficilmente distinguibili morfologicamente.

    Questo fungo ha la capacità di sopravvivere molto a lungo nel suolo, sotto forma di micelio, in assenza di un organismo ospite per poi introdursi nel sistema vascolare (xilema) nel quale si diffonde e si moltiplica come lievito fino a provocare la morte dell'ospite.

    Fusarium: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Fusarium Link, Magazin Ges. naturf. Freunde, Berlin 3: 10 (1809).

    Fusarium è un vasto genere di funghi per la maggior parte riconducibile a forme imperfette di Ascomiceti appartenenti al genere Gibberella che si riproducono per conidiospore.

    Diverse specie, presenti comunemente nel terreno, sono fitopatogene, in genere agenti di marciumi a carico di radici o altri organi sotterranei (tuberi, rizomi, ecc.) o di alterazioni a carico dell'apparato vascolare, comunemente indicate con il termine di tracheofusariosi.

    I Fusarium fitopatogeni sono anche d'interesse medico-sanitario in quanto possono produrre micotossine dannose all'uomo e agli animali.

    Fra le specie di maggiore importanza fitopatologica si citano Fusarium oxysporum e Fusarium solani.

    Fusicladium: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Fusicladium è un genere di funghi deuteromiceti. Vi appartengono le forme agamiche di funghi ascomiceti del genere Venturia.

    Fusicoccum: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Fusicoccum Corda, 1829 è un genere di funghi ascomiceti. Comprende più di 90 specie, molte delle quali sono parassite di piante.

    Galerina marginata: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Galerina marginata (Fr.) Kühn.

    La Galerina marginata è uno dei funghi velenosi più pericolosi che esistano, perché i meno esperti lo confondono spesso con specie eduli che crescono cespitose appartenenti ad altri generi, come ad esempio pioppini, chiodini oppure una specie che le somiglia moltissimo, la Pholiota mutabilis (edule).
    Il cappello non raggiunge dimensioni ragguardevoli, tuttavia a volte può raggiungere anche i 5 - 10 cm di diametro.

    Galerina nana: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Galerina nana (Petri) Kühner, Encyclopédie Mycologique 7: 219 (1935).

    Galerina stylifera: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Galerina stylifera (G.F. Atk.) A.H. Sm. & Singer, Sydowia 11: 449 (1958) [1957].

    Galerina vittiformis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Galerina vittiformis (Fr.) Earle, Bulletin of the New York Botanical Garden 5: 423 (1909) [1906].

    Galerina: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Galerina Earle, Bulletin of the New York Botanical Garden 5: 423 (1909).

    Galerina è un genere di funghi lignicoli o terricoli, saprofiti, di piccola taglia, che include più di 300 specie diffuse in tutto il mondo, alcune delle quali vengono spesso confuse con specie allucinogene del genere Psilocybe.

    Hanno le seguenti caratteristiche:

    cuticola del cappello sottile, asciutta, igrofana, con o senza residui di velo lamelle adnate gambo asciutto, nudo o con residui di velo spore da giallo a bruno, lisce o verrucose, amigdaliformi, di solito senza poro germinativo.
    Ganoderma applanatum: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Il Ganoderma applanatum ((Pers.) Pat., Hyménomyc. Eur. (Paris): 143 (1887)) è un fungo parassita e saprofita della famiglia delle Ganodermataceae.

    Ganoderma lucidum: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Ganoderma lucidum (Curtis) P. Karst., Revue mycol., Toulouse 3(no. 9): 17 (1881)., è un fungo parassita oppure saprofita che predilige il legno di quercia o castagno; è conosciuto in Cina per le sue proprietà officinali, in quanto, secondo alcuni, conterrebbe principi attivi in grado di regolare il livello di colesterolo, la glicemia e di agire positivamente sull'aritmia cardiaca.

    In Cina è conosciuto col nome di Ling zhi mentre in Giappone con l'appellativo di Reishi.

    Ganoderma: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Ganoderma è un genere di funghi basidiomiceti.

    Ganodermataceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Ganodermataceae Donk, 1948 è una famiglia di funghi basidiomiceti appartenente all'ordine Polyporales.

    Geastrum fimbriatum: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Geastrum fimbriatum Fr., Systema mycologicum (Lundae) 3(1): 16 (1829).

    Il Geastrum fimbriatum è uno dei più strani e decorativi funghi che si aprono a forma di stella.

    Geastrum triplex: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Geastrum triplex Jungh.

    Halskrausen-Erdstern.jpg

    Il G. triplex è un fungo abbastanza particolare, a forma di "stella" come altre specie congeneri.

    Geopora: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Geopora Harkn., Bulletin of the California Academy of Science 1: 168 (1885).

    Geopora è un genere di funghi ascomiceti appartenente alla famiglia Pyronemataceae.

    Hanno carpoforo a forma di tubero, peridio noduloso, carne (gleba) chiara e con grosse cavità. Non sono commestibili.

    Gerronema viridilucens: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Gerronema viridilucens Desjardin, Capelari et Stevani è una specie di fungo appartenente alla famiglia delle Marasmiaceae.

    È stato scoperto in Sud America, nella regione del Mata Atlantica del parco Ribeira Valley, nei pressi di San Paolo del Brasile, da studiosi dell'Università di San Paolo del Brasile, raccolto su cortecce di Eugenia fluminensis

    Il micelio e il corpo fruttifero del fungo sono bioluminescenti.

    Gerronema: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Gerronema Singer, Mycologia 43: 599 (1951), è un genere di funghi lignicoli di piccola-media taglia.

    Gloeophyllaceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Gloeophyllaceae Jülich, 1982 è una famiglia di funghi basidiomiceti appartenente all'ordine Gloeophyllales.

    Gloeophyllum: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Gloeophyllum P. Karst., Bidr. Känn. Finl. Nat. Folk 37: x, 79 (1882).

    Gloeophyllum è un genere di funghi basidiomiceti appartenente alla famiglia Gloeophyllaceae.

    Gloeosporium: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Gloeosporium è un genere di funghi ascomiceti.

    Glomerella: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Glomerella è un genere di funghi ascomiceti.

    Glomeromycota: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    I Glomeromycota sono un phylum di funghi filogeneticamente divergente dallo stesso antenato comune ai Basidiomycota e agli Ascomycota, con circa 230 specie descritte .

    Gnomonia leptostyla: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Gnomonia leptostyla è un fungo ascomicete parassita della piante. Causa l'antracnosi del noce. Gli anamorfi del fungo sono conosciuti come Marssonina juglandis.

    Gnomonia: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Gnomonia Ces. & De Not., 1863 è un genere di funghi ascomiceti della famiglia Gnomoniaceae. Comprende più di 60 specie.

    Gomphaceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Gomphaceae Donk, Persoonia 1(4): 406 (1961), è una famiglia di funghi basidiomiceti che deriva da quel gruppo sistematico di funghi meglio conosciuti sotto la vecchia denominazione dell'ordine Phallales. La famiglia include 13 generi e 287 specie.

    Gomphales: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Gomphales Jülich, 1981 è un ordine di funghi basidiomiceti.

    Alcune famiglie appartenenti ad esso spesso in passato sono state incluse nell'ordine Phallales e viceversa tali da farli considerare sinonimi.

    Recenti studi filogenetici hanno incluso in Gomphales le famiglie della descrizione originaria dell'ordine fatta da Walter Jülich, aggiungendo anche la famiglia Clavariadelphaceae.

    Secondo una stima del 2008 Gomphales contiene 18 generi e 336 specie.

    Gomphidiaceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Gomphidiaceae Maire ex Jülich, 1982 è una famiglia di funghi basidiomiceti appartenente all'ordine Boletales.

    Gomphidius glutinosus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano
     src= Esemplare giovane

    Gomphidius glutinosus (Schaeff.) Fr. è un fungo appartenente alla famiglia Gomphidiaceae.

    Gomphidius viscidus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Gomphidius viscidus (L.) Fr., Epicrisis systematis mycologici (Uppsala): 319 (1838).

    Gomphidius: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Gomphidius Fr., Fl. Scan.: 339 (1836) è un genere di funghi basidiomiceti simbionti appartenente alla famiglia Gomphidiaceae.

    Grammotheleaceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Le poliporacee (Polyporaceae Fr. ex Corda, 1839) costituiscono una famiglia comprendente specie di funghi molto eterogenei dell'ordine Polyporales.

    Grifola frondosa: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Grifola frondosa (Dicks.) Gray, A Natural Arrangement of British Plants (London) 1: 643 (1821)

    La Grifola frondosa (ovvero Grifos frondosus) è un fungo non molto diffuso che cresce sotto gli alberi di castagno ed appartiene alla famiglia delle Meripilaceae. In Giappone e nel mondo è anche conosciuto col nome di "Maitake".

    Non è da confondere col Laetiporus sulphureus che all'estero è noto con l'appellativo similare di "Gallina dei boschi" (Chicken of the Woods, invece del sinonimico Hen of the Woods per la grifola frondosa) per via del suo carpoforo frondoso che ricorda il piumaggio del noto volatile.

    Guepinia helvelloides: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano
     src= G. helvelloides

    Guepinia helvelloides (DC.) Fr., 1828 è un fungo gelatinoso dell'ordine Auriculariales.

    Guignardia: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Guignardia è un genere di funghi ascomiceti. Comprende molte specie parassite di piante.

    Gymnopilus spectabilis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Gymnopilus spectabilis (Fr.) Smith.

    Mushrooms of some sort.jpg

    Il Gymnopilus spectabilis è un fungo che cresce cespitoso prevalentemente su legname marcescente.
    All'estero è conosciuto, unitamente ad alcune specie congeneri, come il "fungo della risata" (the Laughing Mushroom) per le sue proprietà allucinogene.

    Pare che in alcune zone del Giappone detto fungo venga adoperato per rallegrare i commensali.
    Dicono che può essere dato alle donne per farle ridere e convincerle a ballare nude, questo afferma tale 'Nihachiro Sasaki, un anziano micologo giapponese noto per aver scoperto come coltivare il Maitake, meglio conosciuto come Grifola frondosa, un fungo commestibile con spiccate proprietà officinali.

    Gymnopilus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Gymnopilus P. Karst., Bidr. Känn. Finl. Nat. Folk 32: 21, 400 (1879), è un genere di funghi. A questo genere appartengono specie con le seguenti caratteristiche.

    Gymnopus dryophilus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Gymnopus dryophilus (Bull.) Murrill, N. Amer. Fl. (New York) 9: 362 (1916), è un piccolo fungo, abbastanza comune, appartenente alla famiglia Tricholomataceae. Recenti studi hanno evidenziato la presenza in esso di sostanze anti infiammatorie (β-glucani).

    Gymnopus foetidus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Gymnopus foetidus (Sowerby) P.M. Kirk, 2014 è un fungo basidiomicete della famiglia Omphalotaceae.

    Gymnopus fusipes: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Gymnopus fusipes (Bull.) Gray, 1821 è un fungo della famiglia Omphalotaceae considerato un tempo buon commestibile che recentemente è stato ritenuto responsabile di avvelenamenti a sindrome pardinica; trattasi di specie saprofita che cresce ai piedi degli alberi di latifoglie ma più spesso su legname marcescente o su fogliame in decomposizione.
    I meno esperti non di rado lo confondono con esemplari di Armillaria tabescens o comunque con una vera e propria specie di chiodino poiché cresce nello stesso periodo e poiché trattasi di fungo cespitoso.

    Gymnopus hariolorum: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Gymnopus hariolorum (Bull.) Antonín, Halling & Noordel, (1997), è un fungo facilmente riconoscibile per la peluria alla base del gambo, per il portamento collibioide e per l'odore da molti autori definito come di cavolo marcio.

    Gymnopus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Gymnopus (Pers.) Gray, 1821 è un genere di funghi basidiomiceti della famiglia Omphalotaceae..

    Gyromitra esculenta: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Gyromitra esculenta Fr., Summa vegetabilium Scandinaviae (Stockholm): 346 (1849).

    Gyromitra gigas: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Gyromitra gigas o Gyromitra montana è un fungo velenoso appartenente alla famiglia delle Gyromitre, simile alla Gyromitra esculenta, anche se più grosso e massiccio (da qui, gigas) e dal colore più chiaro della parte superiore.

    Secondo alcuni studi effettuati da ricercatori dell'Università del Michigan, si è riscontrato che nella specie G. gigas e nella G. caroliniana vi è una minore presenza della tossina velenosa che caratterizza il genere Gyromitra. Ne resta sconsigliato il consumo. Le specie del genere hanno provocato avvelenamenti molto gravi ed anche mortali.

    Gyromitra: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano
    Falsemorel.jpg

    Gyromitra Fr., Summa vegetabilium Scandinaviae (Stockholm): 346 (1849).

    Questo genere appartiene alla classe degli Ascomiceti ed annovera tre specie in Europa.

    Gyroporaceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Gyroporaceae Manfr. Binder & Bresinsky, 2002 è una famiglia di funghi basidiomiceti appartenente all'ordine Boletales.

    Gyroporus castaneus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Gyroporus castaneus (Bull.) Quél., Enchiridion Fungorum, in Europa Media Præsertim in Gallia Vigentium (Paris): 161 (1886)

    Gyroporus cyanescens: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Gyroporus cyanescens (Bull.) Quél., Enchir. fung. (Paris): 161 (1886).

    Gyroporus cyanescens è un fungo basidiomicete che si distingue da altre specie simili per l'intenso viraggio all'azzurro non appena viene toccato.

    Gyroporus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Gyroporus Quél., 1886 è un genere di funghi basidiomiceti appartenente alla famiglia Gyroporaceae.

    Hapalopilaceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Le poliporacee (Polyporaceae Fr. ex Corda, 1839) costituiscono una famiglia comprendente specie di funghi molto eterogenei dell'ordine Polyporales.

    Hebeloma crustuliniforme: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Hebeloma crustuliniforme (Bull.) Quél., Champs Jura Vosges 1: 128 (1872).

    Hebeloma crustuliniforme è un fungo basidiomicete.

    Hebeloma eburneum: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Hebeloma eburneum Malençon, Champignon Supérieurs du Maroc 1: 445 (1970).

    Hebeloma sinapizans: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Hebeloma sinapizans (Fr.) Sacc., Sylloge fungorum omnium husque cognitorum (Abellini) 5: 799 (1887).

    Hebeloma sinapizans01.jpg

    L'Hebeloma sinapizans è una specie appartenente alla famiglia delle Bolbitiaceae non molto semplice da determinare in quanto confondibile con altre specie congeneri ed alcuni Cortinarius.
    Un sistema per determinarlo con certezza quasi assoluta consiste nel sezionarlo longitudinalmente: in coincidenza dell'attaccatura del gambo all'imenio è ben visibile una sorta di "linguetta" a forma di triangolo isoscele rovesciato; trattasi di un prolungamento della carne del cappello che può essere facilmente asportata facendo leva con un coltello.

    Helminthosporium solani: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Helminthosporium solani è un fungo ascomicete parassita delle piante. Provoca la scabbia argentata della patata.

    Helminthosporium: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Helminthosporium è un genere di funghi ascomiceti. Comprende diverse specie parassite di piante.

    Helotiaceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Helotiaceae Rehm, 1886 è una famiglia di funghi dell'ordine Helotiales. Sebbene le specie di questa famiglia siano ampiamente distribuite, esse si trovano tipicamente nelle aree tropicali.

    Helotiales: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Helotiales Nannf. ex Korf & Lizon (2000) è un ordine di funghi della classe Leotiomycetes, divisione Ascomycota.

    Helotiales è il più vasto ordine dei Discomycetes (Discomycetes inopercolati). Include fra gli altri il noto fungo a coppa di colore blu-verde Chlorociboria, che cresce sulle querce.

    Helvella crispa: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano
     src= Esemplare di H. crispa

    L'Helvella crispa è un ascomiceta appartenente alla famiglia delle Helvellaceae che fino a poch decenni fa era reputato un buon fungo commestibile. Tuttavia le recenti notizie hanno rivelato che questa specie contiene, pur se in quantità minime, la Gyromitrina - pericolosa micotossina cancerogena.
    Considerando che occasionalmente può risultare indigesto e provocare intolleranze alimentari si raccomanda, in via cautelativa, di astenersi dal suo consumo.

    Helvella: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Helvella L., Species Plantarum 2: 1180 (1753).

    Helvella leucopus.jpg

    (in figura: Helvella leucopus)

    Al genere Helvella appartengono funghi terricoli con i seguenti caratteri.

    Helvellaceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Helvellaceae Fr., Systema mycologicum (Lundae) 2: 1 (1823).

    Gyromitra infula31.JPG

    (in figura: Gyromitra infula)

    Helvellaceae è una famiglia di funghi ascomiceti appartenente all'ordine Pezizales.
    Vi appartengono funghi epigei, con gambo sviluppato e cappello a forma di sella, cervello, ditale, e in alcuni casi, a coppa.

    Hericiaceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Hericiaceae Donk, 1964 è una famiglia di funghi basidiomiceti appartenente all'ordine Russulales.

    Hericium erinaceus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    L'Hericium erinaceus (conosciuto con diversi nomi a seconda dei luoghi: criniera di leone in inglese, testa di scimmia in cinese) è un fungo commestibile e dall'uso medicinale appartenente al genere Hericium.

    Originaria del Nord America, Europa e Asia può essere identificato per le sue lunghe spine (lunghezza maggiore di 1 cm), per la sua comparsa su legni duri e la sua tendenza a crescere con un singolo ciuffo di spine penzolanti.

    L'Hericium erinaceus può essere scambiato per altre specie di Hericium, tutti commestibili, che si sviluppano con le medesime caratteristiche. In natura, questi funghi sono comuni durante la tarda estate e pendono dai legni duri, in particolare Faggio americano.

    L'Hericium contiene una serie di polisaccaridi, come il B-glucano, eteroglucani, eteroxilani, come molti triterpeni noti come hericenone ed erinacine. [Questi ultimi composti, presenti rispettivamente nel frutto e nel micelio, sono considerati responsabili degli effetti neurorigenerativo di questa specie.

    L'Hericium ha una lunga storia di utilizzo nella medicina tradizionale cinese. Uno studio sui ratti ha mostrato, nel 2005, che alcuni composti del fungo, come treitolo, il D-arabinitolo, e l'acido palmitico, possono avere effetti antiossidanti, regolare i livelli di lipidi nel sangue e ridurre i livelli di glucosio nel sangue. Uno studio del 2012 sui ratti che avevano subito un danno cerebrale ha dimostrato che "la somministrazione orale giornaliera di H. erinaceus potrebbe promuovere la rigenerazione del nervo leso nella fase iniziale della ripresa". Nel 2013 una revisione degli studi scientifici, che ha affermato i benefici medici del fungo deriverebbero dal fatto che questo fungo è ricco di alcuni componenti fisiologicamente importanti, polisaccaridi soprattutto β-glucano, che sono responsabili per l'effetto anti-cancro, immuno-modulante, ipolipemizzanti, antiossidante e attività neuro-protettivo. L'H. erinaceus è stato anche segnalato per avere un effetto anti-microbico e anti-ipertensiva, anti-diabetici, proprietà curative per le ferite.

    Un rapporto rivela che integratori di questo fungo sono utili nel trattamento di ulcere gastriche e carcinoma esofageo.

    Hericium: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Hericium Pers., 1794 è un genere di funghi Basidiomiceti appartenente alla famiglia Hericiaceae.

    Heterobasidion annosum: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Heterobasidion annosum è un fungo basidiomicete non commestibile e parassita delle piante. Colpisce le conifere (principalmente pini e abeti) su cui causa marciumi radicali e carie del legno.

    Heterobasidion: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Heterobasidion è un genere di funghi basidiomiceti.

    Heterogastridiales: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano
    Histoplasma capsulatum: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Histoplasma capsulatum è l'agente eziologico dell'istoplasmosi; cresce soprattutto in aree contaminate da escrementi di pipistrelli e di uccelli.

    Hydnaceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Le idnacee (Hydnaceae Chevall., 1826) è una famiglia di funghi basidiomiceti appartenente all'ordine Cantharellales.

    Hydnellum peckii: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Il dente bilioso (Hydnellum peckii, Banker (1912)) è un fungo non commestibile (ma non velenoso) appartenente alla famiglia delle Bankeraceae (ordine Thelephorales); è una specie dalla forma bizzarra ed inconfondibile soprattutto per via delle goccioline rosse simili a sangue sopra il carpoforo.

    Hydnum auriscalpium: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Auriscalpium vulgare Gray, A Natural Arrangement of British Plants (London) 1: 650 (1821).

    Hydnum henningsii: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Hydnum henningsii Bres., Bulletin de la Société Mycologique de France 6: XLVIII (1890)

    Hydnum repandum: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Hydnum repandum L., Species Plantarum: 1178 (1753).

    L'Hydnum repandum è un fungo molto apprezzato e ricercato della famiglia delle Hydnaceae conosciuto ai più con l'appellativo volgare di "steccherino", per via degli aculei presenti sotto il cappello.
    Esiste una specie molto somigliante che appartiene allo stesso genere, l'H. rufescens che però si distingue per il sapore leggermente più amaro dell'H. repandum e perché possiede aculei adnati e non decorrenti.

    Hydnum rufescens: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    L'Hydnum rufescens o Hydnum umbilicatum è un fungo molto apprezzato e ricercato della famiglia delle Hydnaceae al pari del congenere Hydnum repandum, con cui viene spessissimo confuso.
    È conosciuto ai più con l'appellativo volgare di "steccherino" o di "spinarolo", per via degli aculei presenti sotto il cappello.

    Hydnum: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Hydnum L., 1753 è un genere di funghi basidiomiceti della famiglia Hydnaceae.. Al genere Hydnum appartengono funghi terricoli con imenio ad "aculei" ed aventi le seguenti caratteristiche.

    Hygrocybe acutoconica: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Hygrocybe acutoconica (Clem.) Singer, Lilloa 22: 153 (1951).

    L'Hygrocybe acutoconica è un fungo basidiomicete appartenente alla famiglia Hygrocybe più diffuso e con una notevole variabilità, grazie alla quale vanta un congruo numero di sinonimi.

    Hygrocybe chlorophana: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Hygrocybe chlorophana (Fr.) Wünsche, Pilze: 112 (1877)

    Hygrocybe coccinea: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Hygrocybe coccinea (Schaeff.) P. Kumm., Führer Pilzk.: 112 (1871).

    L'Hygrocybe coccinea è un fungo piuttosto comune e molto vistoso per via del colore rosso vivo del carpoforo.
    Pur se di dimensioni esigue e quindi di resa piuttosto scarsa, molti cercatori lo raccolgono comunque per consumarlo nel misto.
    Se ne sconsiglia la raccolta ai meno esperti in quanto potrebbe essere confuso con pericolosi cortinari di piccole dimensioni e di colore rossiccio oppure ocraceo/rosso mattone.

    Hygrocybe punicea: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Hygrocybe punicea (Fr.) P. Kumm., Führer Pilzk.: 112 (1871).

    Hygrophoraceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Famiglia Hygrophoraceae Lotsy, Vorträge über Botanische Stammesgeschichte 1: 706 (1907).

    Alla famiglia Hygrophoraceae appartengono specie di funghi che vivono come saprofiti nei prati e nei boschi, con le seguenti caratteristiche:

    Gambo e cappello confluenti Lamelle piuttosto larghe, più o meno ceracee Velo generale assente o molto fugace e quando c'è è viscoso Spore ialine, bianche in massa, lisce, senza poro germinativo
    Hygrophoropsidaceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Hygrophoropsidaceae (J. Schröt.) Maire ex Martin-Sans, 1929 è una famiglia di funghi basidiomiceti appartenenti all'ordine Boletales.

    Hygrophoropsis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Hygrophoropsis (J. Schröt.) Maire ex Martin-Sans, 1929 è un genere di funghi basidiomiceti appartenente alla famiglia Hygrophoropsidaceae.

    Hygrophorus atramentosus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Hygrophorus atramentosus (Alb. & Schwein.) Haas & Haller (1978)

    Hygrophorus dichrous: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Hygrophorus dichrous Khun, e Romagnesi

    L'H. dichrous è un fungo molto comune facilmente riconoscibile per il glutine che lo ricopre, ad eccezione della zona apicale biancofurfuracea del gambo. È una specie piuttosto tardiva come tutti gli Hygrophorus(si sviluppa infatti a novembre inoltrato).

    Hygrophorus eburneus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Hygrophorus eburneus (Bull.) Fr., Epicrisis systematis mycologici (Uppsala): 321 (1838)

    Hygrophorus hypothejus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Hygrophorus hypothejus (Fr.) Fr., 1838 è un fungo appartenente alla famiglia Hygrophoraceae.

    Hygrophorus karstenii: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Hygrophorus karstenii Saccardo & Cuboni, Syll. fung. (Abellini) 5: 401 (1887), è un fungo basidiomicete.

    L'Hygrophorus karstenii è il primo tra i funghi estivi del genere Hygrophorus ad apparire nei boschi di montagna. Si riconosce facilmente, all'interno del suo gruppo, per l'elegante e caratteristico contrasto cromatico tra le lamelle giallo-aranciate e il cappello biancastro.

    Data la sua rarità ed il suo scarso interesse gastronomico, si raccomanda di non raccoglierlo.

    Hygrophorus marzuolus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Hygrophorus marzuolus Fr. Bresadola (1893)

    L'Hygrophorus marzuolus volgarmente conosciuto con il nome di marzuolo o dormiente è un apprezzato ed assai ricercato fungo commestibile.

     src= Gruppo di marzuoli
    Hygrophorus penarius: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Hygrophorus penarius Fr. (1836)

    L'Hygrophorus penarius volgarmente noto come lardaiolo bianco o semplicemente lardaiolo o durello, è considerato il migliore fra gli igrofori commestibili.

    Hygrophorus russula: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Hygrophorus russula (Schaeff.:Fr.) Quélet

    L'H. russula è un fungo di aspetto compatto, robusto, di colore vinoso, che diventa giallo alla cottura

    Hygrophorus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Hygrophorus Fr., Floram Scanicam(22): 339 (1836), è un genere di funghi

    Al genere Hygrophorus appartengono funghi terricoli di dimensioni piccole o medie, quasi tutti commestibili. Sono da escludere dal consumo quelle specie con odore o sapore sgradevole (es. "rapa") e mediocri qualità organolettiche.

    Annovera tra le tante specie (più di 100) il celebre Hygrophorus marzuolus, anche detto "dormiente": di sapore dolce ed odore molto gradevole, un fungo molto apprezzato e ricercato, che cresce in quota alla fine dell'inverno, spesso sotto una coltre di neve.

    Hymenochaetaceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Hymenochaetaceae Donk, 1948 è una famiglia di funghi basidiomiceti dell'ordine Hymenochaetales.

    Essa comprende specie di funghi "a mensola", con consistenza legnosa, provvisti di tuboli cilindrici e pori arrotondati o angolosi. Alcune specie sono saprofite, altre parassite, molto dannose, che causano il marciume bianco. Pochissime le specie commestibili a causa della carne fibrosa o legnosa.

    Hypholoma fasciculare: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano
     src= H. fasciculare

    Hypholoma fasciculare (Huds.) P. Kumm. 1871 è la specie che più facilmente viene scambiata, per qualche somiglianza e per il modo di crescita, con il chiodino buono (Armillaria mellea), da cui deriva il suo nome comune "falso chiodino". A volte è stato addirittura confuso dai cercatori più inesperti con il ben noto pioppino. È un fungo tossico. Appartiene alla famiglia Strophariaceae.

    L'accorgimento principale per evitare confusioni improbabili, ma possibili è quello dell'assaggio, in quanto trattasi di specie dalla carne di sapore molto amaro. Bisogna comunque prestare molta attenzione al sapore in quanto l'acredine di questo fungo varia sensibilmente a seconda delle zone di crescita.

    Per i motivi sopra indicati, si raccomanda la massima prudenza.

    Hypholoma lateritium: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Hypholoma lateritium (Schaeff.) P. Kumm, 1871 è un fungo della famiglia Strophariaceae, velenoso come Hypholoma fasciculare, dal quale differisce per il colore del cappello più rossiccio, assai vicino al colore del mattone (da cui il nome).

    Hypocreaceae: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Gli Hypocreaceae sono una famiglia appartenente alla classe dei Sordariomycetes. Le specie di Hypocreaceae sono generalmente riconosciute dal loro ascocarpo periteciale dotato di colori sgargianti, tipicamente giallo, arancione e rosso. La famiglia fu proposta da Giuseppe De Notaris nel 1844. A quanto dice il Dizionario dei funghi (Dictionary of the Fungi - decima edizione, 2008), la famiglia possiede 22 generi e 454 specie.

    Hypocreales: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Gli Hypocreales sono un ordine di funghi presenti all'interno della classe di Sordariomycetes, comprende sette famiglie, 237 generi and 2647 specie.

    Le specie di Hypocreales sono generalmente riconosciute dai loro colori sgargianti dell'ascocarpo, o dalle loro strutture che producono spore. Esse sono spesso gialle, arancioni o rosse.

    Imleria badia: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Imleria badia (Fr.) Vizzini, 2014 comunemente conosciuto come "boleto baio" è un fungo della famiglia Boletaceae.

    Imleria: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Imleria Vizzini, 2014 è un genere di funghi basidiomiceti della famiglia Boletaceae.

    Inocybe aeruginascens: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Inocybe aeruginascens (M.Babos) è un fungo appartenente alla famiglia Inocybaceae, molto diffuso in Europa. Catalogato per la prima volta nel 1965 in Ungheria da J.Ferencz nei pressi di Budapest in piantagioni di pioppo.

    Inocybe geophylla: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Inocybe geophylla (Bull.) P. Kumm. è un fungo appartenente alla famiglia Inocybaceae.
    Ne esiste una varietà dalla colorazione lilla pallido, Inocybe geophylla var. lilacina.

    Inocybe maculata: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Inocybe maculata Boud., Bulletin de la Société Botanique de France 32: 282 (1885).

    Inocybe maculata è un fungo basidiomicete appartenente alla famiglia Cortinariaceae.

    Inocybe rimosa: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Inocybe rimosa (Bull.) P. Kumm., Führer Pilzk.: 78 (1871).

    Inonotus hispidus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano
     src= Pori in dettaglio

    Inonotus hispidus (Bull.) P. Karst., Meddn Soc. Fauna Flora fenn. 5: 39 (1880).

    Inonotus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Inonotus P. Karst., Meddn Soc. Fauna Flora fenn. 5: 39 (1879).

    Inonotus tamaricis 02.JPG

    (in figura: Inonotus tamaricis)

    Al genere Inonotus appartengono funghi lignicoli, annuali, con un ciclo biologico abbastanza rapido e con le seguenti caratteristiche.

    Ischnoderma benzoinum: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Ischnoderma benzoinum (Wahlenb.) P. Karst., 1881. è un fungo basidiomicete della famiglia Fomitopsidaceae.

    Ischnoderma: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Ischnoderma P. Karst., 1879 è un genere di funghi basidiomiceti della famiglia Fomitopsidaceae.

    Kluyveromyces: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Kluyveromyces Van der Walt, Antonie van Leeuwenhoek Ned. Tijdschr. Hyg. 22: 271 (1956).

    Kluyveromyces Van der Walt, 1956 è un genere di lievito della famiglia Saccharomycetaceae.

    La specie tipo del genere è il K. marxianus, forma teleomorfa delle specie di Candida.

    Kretzschmaria deusta: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Kretzschmaria deusta (sin. Ustulina deusta) è un fungo ascomicete parassita delle piante. Causa marciumi radicali su faggio, quercia, tiglio e acero.

    Kretzschmaria zonata: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Kretzschmaria zonata (sin. Ustulina zonata) è un fungo ascomicete parassita delle piante. Causa marciumi radicali su Ficus, mango, albero della gomma e albero del tè.

    Kretzschmaria: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Kretzschmaria è un genere di funghi Ascomiceti.

    Kuehneromyces mutabilis: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Kuehneromyces mutabilis (Schaeff.) Singer & A.H. Sm., 1946 è fungo della famiglia Strophariaceae, commestibile dal buon sapore che però deve essere assolutamente evitato perché facilmente confondibile con la mortale Galerina marginata; quest'ultima si differenzia però per l'odore farinaceo e per la taglia mediamente più ridotta ed il gambo mediamente più esile.

    Kuehneromyces: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Kuehneromyces Singer & A.H. Sm., 1946 è un genere di funghi basidiomiceti appartenente alla famiglia Strophariaceae.

    Attualmente questo taxon non è in uso, al suo posto viene infatti preferito il genere Pholiota (Fr.) P. Kumm..

    Laccaria amethistina: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    L'agarico ametistino (Laccaria amethystina (Hudson, 1778) Cooke, 1884) è un fungo appartenente alla ordine Agaricales, molto comune nei boschi di montagna.

    Il nome proviene dal latino amethysteus = che ricorda l'ametista, perché di colore violaceo chiaro.

    Ha il cappello di piccole dimensioni ed è alquanto difficile da notare.

    Anche se il suo colore appariscente farebbe pensare a una possibile tossicità, è un fungo commestibile ma se ne sconsiglia consumo a causa della segnalazione di problemi gastroenterici.

    Laccaria laccata: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Laccaria laccata (Scop.) Cooke, Grevillea 12(no. 63): 70 (1884) è un fungo di piccola taglia, abbastanza comune, appartenente alla famiglia Tricholomataceae.

    Laccaria: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Il genere Laccaria (Berk. & Broome, Ann. Mag. nat. Hist., Ser. 5 12: 370, 1883) è caratterizzato da lamelle adnate o un po' decorrenti, spaziate, spesse, rivestite di pruina. Le spore sono arrotondate, aculeate e non amiloidi. Non sono presenti cistidi.

    Laccaria amethystea.jpg

    (in figura: Laccaria amethistina)

    Lactarius controversus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Lactarius controversus (Pers.) Pers., Observationes mycologicae (Lipsiae) 1: 39 (1800) [1799].

    Lactarius deliciosus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Lactarius deliciosus (L.) Gray, A Natural Arrangement of British Plants (London) 1: 624 (1821)

    Il Lactarius deliciosus è un fungo dall'elevato pregio alimentare; negli ultimi tempi si sta diffondendo anche nei ristoranti, anche se non ha ancora raggiunto una popolarità al pari di porcini e finferli.

    Lactarius indigo: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Lactarius indigo (Schwein.) Fr., è un fungo appartenente alla famiglia delle Russulaceae. È diffuso in centro America, Nord America e in Estremo Oriente. Cresce sia nelle foreste di decidue che nelle foreste di conifere dove forma associazioni micorriziali con diverse specie di alberi.

    Il lattice che rilascia quando il fungo viene spezzato è di colore indaco-blu ma lentamente diventa verde dopo esposizione all'aria.

    Il Lactarius indigo è un fungo commestibile.

    Lactarius salmonicolor: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Lactarius salmonicolor R. Heim & Leclair, Revue Mycol., Paris 18: 221 (1953)

    Il Lactarius salmonicolor è un fungo basidiomicete appartenente al genere Lactarius, caratteristico per essudare lattice color carota o rosso.

    Lactarius torminosus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Lactarius torminosus (Schaeff.) Gray, 1774 è un fungo appartenente alla famiglia Russulaceae. Si tratta di una specie molto comune, diffusa in Nord Africa, Asia settentrionale, Europa e Nord America. Venne descritto scientificamente come Agaricus nel 1774 da Jacob Christian Schäffer, ma venne trasferito nel 1821 al genere Lactarius da Samuel Frederick Gray. Di questa specie esiste una varietà, L. torminosus var. nordmanensis, che è proviene da Canada, Stati Uniti e Svizzera. Ufficialmente, questa specie è diventata specie tipo del genere Lactarius soltanto nel 2011, in seguito a degli studi che avevano modificato molto la tassonomia della famiglia Russulaceae.

    È una specie micorrizica che vive associata a molti alberi, più frequentemente alla betulla. I corpi fruttiferi possono crescere sia in gruppi che solitari, solitamente in foreste temperate. Il cappello di L. torminosus è convesso con una depressione centrale, e raggiunge una dimensione massima di 10 cm. Il colore prevalente è rosato, a volte tendente all'ocra, ma spesso sono presenti fasce concentriche di tonalità diverse, più chiare o più scure. Il bordo del cappello è involuto, mentre sul lato inferiore sono presenti delle lamelle fitte, color carne. Il gambo è dello stesso colore, ma più chiaro, con una carne fragile e una superficie leggermente lanuginosa. Se tagliato, il corpo fruttifero trasuda un lattice bianco ed amaro, che, anche quando esposto all'aria, non cambia colore. Questo lo distingue dalla varietà nordmanensis, il cui lattice vira verso il giallo. Si distingue inoltre dai congeneri L. pubescens e L. villosus grazie ad alcune differenze nella morfologia, nella colorazione e nella forma delle spore.

    Anche se in Russia e in Finlandia è apprezzato per il sapore piccante e viene consumato dopo adeguata preparazione, la specie può causare disturbi al sistema digestivo se consumata cruda; le tossine che sono responsabili del sapore molto forte sono neutralizzate dalla cottura. Degli studi hanno identificato diverse tossine in questo fungo, tra cui ergosterolo e diversi suoi derivati.

    Lactarius volemus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Lactarius volemus (Schaeff.) Gray, 1774, è una specie di fungo appartenente alla famiglia Russulaceae. È molto diffuso in tutto l'emisfero boreale, soprattutto nelle regioni temperate di Europa, Nord America e Asia, ma anche in alcune regioni tropicali del Centro America. È una specie micorrizica, e i suoi corpi fruttiferi crescono sia in gruppi che solitari, associati a varie specie di alberi. Viene considerato un fungo commestibile, e in Asia si trova talvolta in commercio. La sporata è bianca e le spore, sferiche, misurano circa 7-8 µm.

    Il cappello misura al massimo 11 cm, e la sua colorazione varia dal color albicocca al marrone-arancione. Le lamelle sono gialle. Una caratteristica che permette di riconoscere questo fungo è la grande quantità di lattice dal caratteristico odore di pesce che le lamelle trasudano se danneggiate. La sua composizione è stata analizzata, e sono state trovate diverse sostanze come steroli, soprattutto ergosterolo, alcuni dei quali sembrano essere tipici soltanto di questo fungo.

    Lactarius: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Lactarius Pers., 1797 [come Lactaria] [nom. cons.], Tentamen Dispositionis Methodicae Fungorum 63 (1797).

    Al genere Lactarius appartengono funghi che, al taglio, presentano la secrezione di un lattice di colore variabile, dal bianco candido all'aranciato oppure al rosso intenso.
    Il gambo è gessoso ed ha una struttura granulare non fibrosa.

    Orangebrauner Milchling.jpeg

    Laetiporus sulphureus: Brief Summary ( Italian )
    provided by wikipedia Italiano

    Laetiporus sulphureus (Bull.) è un fungo ben noto nei paesi anglosassoni con nomi riconducibili a gallina dei boschi, ovvero chicken of the woods, mushroom chicken, rooster comb, derivati forse dall'aspetto che può ricordare il piumaggio o la cresta del pollame.